Dramma all’Adriatico. Morosini del Livorno rianimato in campo é deceduto in Ospedale.

Attimi di tensione all’Adriatico. Durante la gara Pescara vs Livorno, intorno alla mezzora con i labronici in vantaggio per 2 a 0 il centrocampista del Livorno. Piermario Morosini, classe 1986, si é accasciato improvvisamnete  al suolo. E che fosse qualcosa di grave lo si é capito subito perché il ragazzo, mentre tornava verso la linea di metà campo, ha cominciato ad inciampare e barcollando lo si é visto cadere di peso a terra. A quel punto, nonostante la palla in gioco, l’intero staff sanitario del Pescara e del Livorno si sono precipitati in campo per soccorrererlo prima col massaggio cardiaco e poi  anche col  defibrillatore. Dopo qualche momento di attesa é arrivata in campo l’ambulanza per il trasporto del centrocampista Morosini nel nosocomio pescarese.  Sullo stadio pescarese é calato così il gelo. Le condizioni del giocatore amaranto sono apparse subito gravi. Il massaggiatore del Pescara, Claudio D’Arcangelo che ha praticato il massaggio cardiaco alla fine sembrava stanco ma anche molto provato. Trasportato in Ospedale le prime notizie che giungono suggli spalti dell’Adriatico non sono tragiche. Il ragazzo ha dato segni di ripresa, intanto la gara é stata sospesa e  rinviata  a data da destinarsi.

Da quanto si è appreso, Morosini si trova in ospedale in  coma farmacologico. All’atleta è stato applicato un pacemaker provvisorio. Nonostante il grande prodigarsi dei medici e in prima persona del dottor Leonardo Paloscia, primario cardiologico dell’Ospedale civile di Pescara, pochi istanti fa, Piermario Morosini, é deceduto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *