Il ministro Barca parla a Pescara ai Dirigenti scolastici:”Buoni i risultati raggiunti ma si può fare meglio”

“In Abruzzo il livello di dispersione scolastica è inferiore alla media nazionale, ma può ancora migliorare, mentre il numero di laureati è superiore al dato medio italiano. Si tratta di una regione che, in materia scolastica, non deve sorprendere». Sono parole del ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca, nel corso di un incontro con i dirigenti scolastici abruzzesi, che si è svolto nell’aula magna dell’Ipsias «Di Marzio-Michetti» a Pescara. La visita di oggi era finalizzata, come ha sottolineato il ministro, a «condividere le attività da portare avanti, in aree in cui abbiamo qualche soldo in più». Barca ha così illustrato ai dirigenti presenti in platea il «Piano di azione coesione». Il ministro ha spiegato che «l’idea di fondo è quella di dividere le attività in azioni: dal miglioramento della qualità dell’insegnamento delle lingue, prevedendo che i ragazzi vadano all’estero, alle competenze, fino agli stage, in una logica scuola-lavoro; dall’orientamento – ha poi aggiunto -, alla dispersione scolastica fino al miglioramento della qualità degli istituti, in termini di efficientamento energetico, normative sismiche e funzionalità per i fruitori». «Il metodo – ha espresso infine Barca – è innovativo: l’attenzione si concentra ai risultati finali più che al processo. L’Abruzzo disporrà sicuramente di risorse europee e la conoscenza sarà una delle tematiche fondamentali».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *