Chieti, i carabinieri arrestano 2 ladri. A Villamagna eseguito ordine di carcerazione

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Chieti, nella tarda serata di ieri, hanno tratto in arresto per furto aggravato due cittadini di origine rumena domiciliati a Montesilvano. I due, un uomo di 40 e una donna 35 anni, alle ore 19.30 circa, sono stati sorpresi all’uscita dell’Ipercoop di San Giovanni Teatino dopo aver asportato alcuni capi d’abbigliamento per un valore di circa   € 300,00, occultati in una borsa internamente foderata con carta d’alluminio, nel tentativo di sfruttare il principio della gabbia di faraday per eludere il sistema antitaccheggio. Notata aggirarsi tra gli scaffali con fare sospetto, la coppia è stata fermata, subito dopo aver superato il varco delle casse, dal personale di vigilanza che nel frattempo aveva chiamato i carabinieri del pronto intervento. I militari, avendo appurato lo stato dei fatti, hanno accompagnato i due presso la caserma di Chieti Scalo dove sono stati dichiarati in arresto e trattenuti per tutta la notte. Questa mattina, presso il tribunale di Piazza San Giustino, si è svolta l’udienza di convalida, durante la quale il giudice ha disposto per entrambi la custodia cautelare in carcere fino alla prima udienza dibattimentale, fissata per il 24 maggio p.v.

Questa mattina i militari della stazione carabinieri di Villamagna hanno tratto in arresto Renato Matricardi, classe 1983, in esecuzione dell’ordine per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il tribunale di Chieti. Questi deve infatti scontare una pena di quattro anni di reclusione in quanto già ritenuto colpevole dei reati di usura e tentata estorsione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *