Scatta lo sciopero ad oltranza alla Clear Sud

80 dipendenti della Clersud di Atessa sono in sciopero ad oltranza da ieri per protesta contro la decisione dell’azienda di non pagare i premi di risultato e di bloccare i ticket mensa. L’astensione dal lavoro alla  Clersud, specializzata in parti e accessori dei mezzi di trasporto, come annunciato dal segretario della Uilm Chieti, Nicola Manzi, è scaturito dopo che la rottura con l’azienda che denuncia una perdita di 9 milioni di euro. “Per fronteggia la crisi, la Clersud mette in discussione i buoni pasto e i premi. Non serve tagliare i diritti e i salari acquisiti dai lavoratori che costano appena 150 mila euro l’anno. Ci aspettiamo che l’azienda torni a parlare di piani di produzione, piuttosto che di tagli – ha detto Manzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *