Pescara, donna inciampa a una impalcatura e muore in ospedale. Il comune affida indagine ai vigili urbani

Sarà la Polizia municipale di Pescara, coordinata dal maggiore Paolo Costantini, a dover fare luce sul decesso, avvenuto nel pomeriggio odierno, di una donna di 80 anni, F.M, ricoverata sabato scorso, in gravissime condizioni, all’ospedale civile di Pescara, nel Reparto di Rianimazione. L’anziana è stata vittima di una caduta avvenuta a pochi passi da casa, in via Tripoti, nel rione Zanni.

I primi accertamenti e le testimonianze rese da alcuni passanti, lascerebbero presumere che la donna abbia inciampato in un’impalcatura privata di un palazzo in ristrutturazione lungo la strada, ma dovranno essere le indagini, guidate dal Pm Di Florio, a fare piena chiarezza sulla vicenda.

Una disgrazia sulla quale l’amministrazione comunale vuol fare piena luce. Lo ha confermato stasera il Presidente della Commissione consiliare Lavori pubblici Armando Foschi. “Il dramma è scattato sabato scorso quando, intorno alle 10.30-11. L’anziana è stata soccorsa e trasportata in gravissime condizioni al Pronto Soccorso dell’ospedale civile, con gravi lesioni e in stato di incoscienza dopo una caduta accidentale – ha ricordato il Presidente Foschi -. I sanitari ne hanno disposto l’immediato ricovero nel reparto di rianimazione, mentre la Polizia municipale, coordinata dal maggiore Costantini, su incarico dell’Autorità Giudiziaria, ha avviato i primi accertamenti, partendo proprio dalle testimonianze secondo cui la donna sarebbe caduta in via Tripoti e alcuni presenti avrebbero indicato la probabile causa alla presenza di un’impalcatura privata esistente attorno a un palazzo in ristrutturazione. La Polizia municipale ha acquisito le testimonianze ed effettuato i primi rilievi, resi difficili dalla distanza temporale tra il fatto e i rilievi, e l’intero fascicolo è stato affidato al Pm Di Florio. Alle 18.30 odierne, però, l’ospedale ha comunicato al maggiore Costantini il decesso della donna che nelle ultime ore si era aggravata a causa dei traumi riportati nella caduta e non è riuscita a farcela. A questo punto già da domani la Polizia municipale riavvierà le indagini per individuare con esattezza la causa dell’incidente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *