Pescara, passa l’ordine del giorno di Acerbo: il raddoppio del ‘Città Sant’Angelo Village all’esame del Comitato VIA

“Il Consiglio Comunale dispone di procedere attraverso il presidente a formale richiesta di audizione presso il Comitato V.I.A. e  invita sindaco e giunta a richiedere formalmente di essere auditi dal Comitato per esporre le ragioni della contrarietà della Città di Pescara all’autorizzazione degli interventi”.

Questo è il passaggio findamentale dell’ordine del giorno che il consiglio comunale di Pescara, nel tardo pomeriggio di oggi, ha approvato. Proposto da Rifondazione Comunista, per la prima volta, l’amministrazione comunale viene impegnata direttamente nel contrasto della proliferazione di strutture commerciali nell’area metropolitana.

Giovedì 26 aprile, all’ordine del giorno del comitato per la Valutazione di Impatto Ambientale, ci saranno il progetto di ampliamento del Megalò della ditta Pinti Carmen e il raddoppio del ‘Città Sant’Angelo Village. Il Comune di Pescara chiederà di essere audito dal Comitato  “per illustrare tutte le perplessità su interventi che hanno sicuramente un impatto fortissimo sul nostro territorio. Invito anche le organizzazioni di categoria del commercio a chiedere di essere audite come hanno già fatto organizzazioni ambientaliste come il WWF – afferma Maurizio Acerbo, consigliere del PRC che poi aggiunge -. Questi interventi hanno un impatto maggiore di una centrale a biomasse. La città di Pescara subisce in maniera sempre più pesante le conseguenze del proliferare di strutture della grande e media distribuzione nei comuni limitrofi che hanno raggiunto una densità che non ha pari in Europa, le conseguenze sono di ordine economico (crisi del commercio cittadino, depauperamento più generale del territori)  e ordine ambientale (aumento traffico automobilistico, inquinamento, consumo di suolo), ulteriori aperture minacciano la stessa tenuta occupazionale delle strutture di gdo esistenti nel territorio dell’area metropolitana”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *