Ortona 25 aprile, liberiamo la città dalla inciviltà

Di seguito il comunicato diramato dalle associazioni interessate: “La bellezza di un territorio, la sua cura, e quindi il rispetto per chi ci abita, sono una cartolina dello spirito di coesione di una città, ma anche la garanzia di una migliore qualità della vita per tutti i cittadini, e una promessa per l’accoglienza. Ortona, è una paese con mille piccole discariche abbandonate e sacchetti dell’immondizia, spesso lanciati dai finestrini delle macchine, come un insulto a tutta la città, compreso chi compie un gesto di così bassa fattura.

Soggiorno Proposte, WWF Zona Frentana e Costa Teatina, Cooperativa PAN, ANFFAS, FCD Ortona Calcio, partono da questa semplice riflessione per proporre a tutta la cittadinanza un gesto di civiltà: ripulire nelle specifiche possibilità aree in degrado costante. Un piccolo, collettivo gesto per ricostruire i mille legami spezzati da una quotidianità sempre più frettolosa, che lascia indietro e isola tutti, nessuno escluso.

Un piccolo gesto al quale sono caldamente invitati a partecipare tutti i nove candidati Sindaci, con ampia possibilità di scelta sul territorio da “adottare”. Il buon esempio fa bene a chi lo da e a chi lo vede. Un piccola pietra su cui, si spera, ne saranno poste mille altre, nei tanti e differenti modi di cui Ortona è capace.

Ortona è la nostra casa quindi condividere le gioie e i dolori di chi la abita e curarla come propria dimora è essenziale per una convivenza intensa e gratificante, per iniziare a costruire coesione e solidarietà.

La città ha bisogno di tutti per ritrovare la speranza, perché solo con e nella diversità dei tanti che la abitano si possono affrontare le sfide di una crisi economica, sociale ed ambientale che stritola tutti.

Le realtà di volontariato tengono accesa una fiammella: le diversità sono considerate ricchezza, lo sconforto è spesso un punto di partenza.

Le associazioni, le ONLUS e le cooperative ripuliranno una zona centrale della città, invitando tutti i concittadini a partecipare.

I sindaci con gli appartenenti alle proprie liste, sceglieranno un posto da ripulire tra le frazioni, l’area circostante la città o le due Riserve. Per testimoniare l’opera compiuta invieranno una foto prima della ripulitura e una dopo la ripulitura, che, insieme agli impegni che si assumeranno per ristabilire nel tempo comportamenti più civili, saranno pubblicizzate dall’organizzazione attraverso il web e le testate giornalistiche.

Le zone che verranno ripulite dalle associazioni, onlus, cooperative sono:

zona castello, zona stadio, giardinetti sala Eden, giardinetti Porta Caldari, curve del Cilento.

Appuntamento è alle ore 10,30 castello Aragonese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *