Conto alla rovescia: tutto pronto per l’Abruzzo che si appresta a passare al digitale

Antennisti al lavoro senza un attimo di riposo,  decoder esauriti  in tutti i negozi di elettronica, spot tv a tutte le ore, task force di volontari che aiuteranno gli utenti a sintonizzare i canali … tutto questo in vista del fatidico passaggio al digitale terrestre, previsto per la regione Abruzzo a partire dal prossimo 7 maggio. Più precisamente, lo switch-off ci sarà il 7 e l’8 maggio nella provincia di Chieti, l’8 maggio in quella di Pescara, il 10 maggio in quella di Teramo e il 15 maggio nella provincia dell’Aquila. Le procedure sono state illustrate, nella sede del Consiglio regionale a Pescara, dal presidente del Corecom Abruzzo, Filippo Lucci, dal consigliere di amministrazione della Rai Rodolfo De Laurentiis, dall’ingegnere Leonello Leone dell’Ispettorato territoriale comunicazioni e dai componenti del Corecom Chiara D’Onofrio e Alberto Capo. Lucci, in particolare, ha dichiarato che «stiamo cogliendo ogni occasione per dare risalto all’appuntamento importante dello switch-off .  Come Corecom abbiamo investito parte importante del bilancio per attivare una serie di iniziative finalizzate a informare i cittadini. Per capire quali potrebbero essere le criticità abbiamo fatto il punto con le altre regioni già passate al digitale. Non ci possiamo permettere neppure per un giorno che le nostre emittenti rimangano senza segnale». Secondo l’esponente Rai, De Laurentiis, «ci sono una serie di elementi che ci fanno ben sperare che il passaggio verso il digitale avverrà con una certa tranquillità».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *