Basket DNB/ Sconfitte sia Roseto che Pescara nel turno finale della regular season

BBC GROUP BERNALDA-MEC ENERGY ROSETO 85-73 (25-16; 40-39; 60-61)

BERNALDA: Lepenne n.e., Cota 6, Giuffrida 10, Longobardi 15, Ginefra 12, Mariani Cerati 0, Russo 15, Serpentino 13, Bortone n.e., Samoggia 14. Coach: Binetti.

ROSETO: Elia 8, Di Sante 3, Gnaccarini 14, Petrucci 9, Di Carlo n.e., Di Pietro n.e., Tomassetti 2, Del Brocco 15, Fabiani 10, Gallerini 12. Coach: Francani.

Arbitri: Stoppa di Polignano a Mare (BA) e Pepe di Adelfia (BA).

Usciti per cinque falli: Samoggia, Fabiani e Del Brocco.

Va in archivio la regular season con una sconfitta che nulla toglie alla classifica dei rosetani, che nei playoff incontreranno la compagine pugliese di Francavilla Fontana, in una striscia al meglio dei tre confronti. Avvio al PalaMaggetti domenica 6 maggio. Per quanto riguarda la gara odierna si è assistito ad un proficuo allenamento dei ragazzi di coach Francani che hanno retto per tre quarti di gara, chiudendo la terza frazione in vantaggio di un punto (60-61). Poi le triple di Ginefra danno la svolta decisiva alla partita e Bernalda si aggiudica così due punti del tutto inutili ai fini della sua classifica finale che la vede tredicesima. Per i rosetani, buone le prove di Del Brocco, Gnaccarini e Gallerini, apparsi già in forma playoff.

 

Pall. Pescara – Pasta Granoro Corato 76-85 (21-16, 24-29, 11-12, 20-28)

Amatori Pescara: Pepe 2, Di Carmine 10, Grosso, Libertini 2, Diener 11, Leonzio 8, Grimaldi, Maino 9, Miner 23, Comignani 11. All. Razic.

Pasta Granoro Corato: Vaiani 12, Ferilli 7, Serazzi 17, Onetto 30, Clemente 3, Piarulli, Losavio 4, Infante 4, Argento 8. All. Mangione.

In una gara equilibrata ma piena di errori, l’Amatori Pescara si congeda dal suo pubblico con una sconfitta, la quarta consecutiva, che non compromette alcunché visto che i ragazzi di Razic avevano acquisito già da tempo la salvezza. Un risultato finale, questo, che tutti avrebbero sottoscritto ad inizio di campionato ma che oggi lascia un po’ di amaro in bocca, perché fino ad un mese fa la classifica inseriva i pescaresi ancora pienamente nella griglia dei playoff. L’annata è tuttavia da considerare del tutto positiva, si sono valorizzati molti giovani assolutamente promettenti e la società ha potuto anch’essa maturare quell’esperienza che è necessaria per poter crescere con solidità. Appuntamento al prossimo anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *