Il Chieti batte il Campobasso e vola ai playoff

CHIETI – CAMPOBASSO (1-0) 2-0

CHIETI
Feola, Bigoni, Malerba, Amadio, Pepe, Migliorini, Fiore, Del Pinto, Lacarra (Berardino al 61′), Sabbatini (Pedrocchi all.84′), Alessandro (Anastasi al 79′). A disposizione: Perucchini, Gialloreto, Di Noia, Pedrocchi, Berardino, Gammone, Anastasi. All. Silvio Paolucci.

CAMPOBASSO
Ioime, Modica, Bertozzini (Rega al 65′), Viscido, Scudiero, Mateo, Fazio (La Porta al 60′), Forgione, Cruz, Todino, Esposito. A disposizione: Falcone, Marino, Volpicelli, Rega, Baldares, Mazza, La Porta. All. Imbimbo.

Arbitro: Sig. Davide Penno di Nichelino (TO)
Assistenti: Sig. Enrico Caliari di Legnano e Sig. Lorenzo Gori di Arezzo

Reti: al 29′ Pepe, al 68′ Sabbatini.

Note: Circa 1500 spettatori presenti, angoli 15-1 per il Chieti, ammoniti Viscido (Cb), Mateo (Cb), Cruz (Cb), Malerba (Ch), espulso al 42′ Mateo (Cb) per fallo da ultimo uomo. Recupero: 1+ 5

Al quarto match point consecutivo il Chieti finalmente chiude a proprio favore la partita playoff e domenica si gioca a Celano la quarta piazza. Serve ai teatini una vittoria sul campo dei marsicani per garantirsi poi il vantaggio di andare in finale con due pareggi e di giocarsela così sino alla fine per la promozione. Il Campobasso nelle ultime gare aveva ritrovato una solidità difensiva che le aveva garantito di muovere la classifica quel tanto che le occorreva per salvarsi, senza dover soffrire più di tanto ma oggi si è dimostrata a dir poco abulica e arrendevole. I teatini invece giocano forse la migliore delle loro partite interne, entusiasmando i propri tifosi e dando bella mostra della loro cifra tecnica ed agonistica. Il Chieti parte subito forte e già al 3′ si rende pericoloso con il funambolico Alessandro che semina lo scompiglio in area, Modica salva alla disperata in angolo. Al 9′ Lacarra calcia debolmente da posizione favorevole e al minuto 11 altra azione ubriacante di Alessandro che arriva però stremato davanti a Ioime, concludendo maldestramente. Su calcio franco al 19′ a rendersi pericoloso è questa volta Sabbatini, che calcia violentemente cercando la deviazione di un compagno sotto porta. Per un niente Pepe manca la deviazione vincente. Finalmente al 26′ il Campobasso si fa vedere in avanti, ma non sfrutta un calcio di punizione battuto da favorevolissima posizione, Esposito calcia alto. Al minuto 29 il Chieti passa in vantaggio. Alessandro con un’azione personale si conquista un angolo preziosissimo che Sabbatini calcia sapientemente per la testa di capitano Pepe, che segna la sua terza rete stagionale. A questo punto si attende la reazione del Campobaso ma è invece il Chieti a distendersi e a sfiorare più volte il raddoppio con i vari Lacarra e Sabbatini. I molisani non danno segni sostanziali di riscossa e si va al riposo con un risultato che va stretto ai neroverdi. Dopo l’intervallo il Chieti riprende da dove aveva lasciato, cioè ripartendo all’attacco e collezionando una serie infinita di angoli. Al 59′ Lacarra si lancia in contropiede ma manca stremato l’assist per Sabbatini. Paolucci toglie al 61′ l’affaticato centravanti teatino sostituendolo con Berardino. Anche Imbimbo opera due sostituzioni per trovare forze fresche per il finale, entrano La Porta e Rega per Fazio e Bertozzino, ma la musica resta la stessa con il Chieti sempre più arrembante alla ricerca del raddoppio, che arriva puntuale al 68′. Bigoni fa Maicon sulla fascia destra e affida a Sabbatini una palla facile facile da mettere in rete di testa. La gara finisce qui tra il tripudio dei tifosi e il giusto trionfo tributato ai ragazzi di Paolucci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *