33 Comuni del teramano insieme nel progetto ‘Paride’

Sono state costituite ufficialmente questa mattina in Provincia a Teramo le tre associazioni temporanee di scopo per il progetto Paride che sono: “Paride Costa Blu Nord”, “Paride Costa Blu Sud” e “Paride Gran Sasso” e raccolgono complessivamente 33 Comuni del territorio che, insieme alla Provincia, gestiranno i fondi europei del programma “Energia intelligente” (circa un milione di euro), destinati ad interventi di efficientamento energetico. “Un passaggio necessario – spiega l’assessore provinciale all’ambiente, Francesco Marconi – quello della costituzione delle associazioni temporanee di scopo e finalizzato, come richiesto dalla stessa Commissione europea, a ridurre il numero degli interlocutori e facilitare la gestione delle attivita’ e delle procedure innovative, come quella del dialogo competitivo, che andremo a mettere in campo con questo progetto pilota. Siamo nella fase finale del processo di negoziazione in corso tra la Provincia, in qualita’ di capofila del partenariato di enti locali, e la Commissione Europea ed entro venerdi’ provvederemo a trasmettere a Bruxelles gli atti firmati oggi dai sindaci”. Il progetto Paride prevede l’ammodernamento di 60mila impianti di illuminazione tradizionale, che saranno riconvertiti in sistemi ad alta efficienza energetica e basso impatto ambientale; un investimento complessivo di circa 18 milioni di euro di capitale privato, attraverso le Societa’ di servizi energetici (ESCO). Dell’Ats “Paride Gran Sasso” fanno parte 16 Comuni: Basciano, Castel Castagna, Castelli, Cermignano, Colledara, Crognaleto, Fano Adriano, Isola del Gran Sasso, Montorio, Penna S. Andrea, Pietracamela, Rocca Santa Maria, Teramo, Torricella, Tossicia e Valle Castellana; dell’ATS “Paride Costa Blu Nord” 9 Comuni: Alba Adriatica, Bellante, Campli, Civitella, Controguerra, Colonnella, Corropoli, Giulianova e Tortoreto; dell’ATS “Paride Costa Sud”, infine, 8 Comuni: Atri, Bisenti, Castiglione Messer Raimondo, Castilenti, Montefino, Pineto, Roseto e Silvi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *