Abuso e violenza sessuale a una sedicenne: tre minorenni arrestati a Nereto

Violenza sessuale di gruppo nei confronti di una sedicenne italiana residente a Sant’Egidio alla Vibrata e tentata violenza sessuale nei confronti della stessa ragazzina e di una sua amica. on queste accuse tre minorenni, due fratelli albanesi ed un romeno di età compresa tra i 16 ed i 17 anni, residenti a Nereto sono stati arrestati stamane all’alba dai carabinieri di Sant’Egidio. Il provvedimento restrittivo a carico dei tre è stato emesso dal gip del tribunale per i minorenni dell’Aquila che ha disposto per il romeno ed uno dei fratelli il trasferimento nell’istituto penale minorile di Casal del Marmo a Roma, mentre per il terzo i domiciliari in quanto, secondo le indagini, avrebbe avuto un ruolo marginale nella vicenda.

Il primo dei due fatti contestati risale a marzo, in occasione del Carnevale Santegidiese. Uno dei tre ragazzini che ben conosceva la vittima, l’aveva attirata con una scusa all’ex mattatoio comunale di Sant’Egidio. Ad attenderla all’interno dell’immobile fatiscente ed abbandonato situato ai margini del centro cittadino, c’erano gli altri due ragazzi. Il branco avrebbe costretto la studentessa a cedere alle morbose avances ma avrebbe desistito per via del ciclo mestruale. A quel punto l’avrebbero costretta ad avere un rapporto orale prima di lasciarla andare. Ma per la minorenne l’incubo non era finito. Qualche giorno più tardi, la stessa ragazzina in compagnia di un’amica, e’ stata attirata nuovamente in trappola. Con una scusa, entrambe sono state “invitate” all’ex mattatoio dove ad aspettarle c’erano i tre ragazzi. Quando l’amica della studentessa ha capito quali fossero le vere intenzioni del gruppo ha iniziato ad urlare. Alle sue grida si sono sommate quelle della sedicenne che hanno obbligato i tre a fuggire. Per la studentessa non e’ stato facile trovare il coraggio e la forza di reagire e mettere così fine all’incubo ed ha raccontato tutto ai genitori che, a loro volta, hanno presentato denuncia ai carabinieri. Le indagini sono scattate immediatamente e, nel sopralluogo effettuato presso l’ex mattatoio, sono stati trovati gli slip dell’adolescente abusata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *