Tv digitale: lo switch off in Abruzzo parte regolarmente il 7 maggio

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha chiarito, nell’ambito del giudizio pendente davanti al Tar Lazio – promosso dall’emittente Napoli Canale 21 – che il provvedimento di rinvio dello switch off non riguarda il territorio dell’Abruzzo, dove la procedura sarà regolarmente avviata a partire da lunedì 7 maggio.

Lo annuncia il Presidente del Corecom Filippo Lucci, che si dice “soddisfatto per questa comunicazione che arriva direttamente dal Ministero e che fa chiarezza sulla vicenda del passaggio della regione al digitale terrestre”.

La notizia del rinvio era stata data ieri dopo il pronunciamento dei giudici amministrativi del Lazio, che hanno concesso la sospensiva dopo il ricorso della tv Campana. Secondo quest’ultima dovrebbe intercorrere infatti un intervallo di almeno tre, quattro mesi tra la data di rilascio dei diritti di uso delle frequenze e la data di inizio del passaggio al digitale. Il Ministero dello Sviluppo Economico per la tv che ha fatto ricorso è accusato di non aver assegnato ancora le frequenze a pochi giorni dal passaggio, mettendo in difficoltà le emittenti televisive. Il giudice quindi sospenderà il provvedimento ministeriale che fissa al 7 maggio l’entrata in vigore del digitale.

I giudici amministrativi hanno quindi bloccato il decreto del Ministro dello Sviluppo Economico in data 14 dicembre 2011 in cui si fissavano i termini per il passaggio al digitale dell’Abruzzo e Molise previsto per il 7 maggio e non oltre il 23 maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *