Monsignor Bruno Forte al Museo Archeologico Nazionale di Chieti

“L’Icona Visione dell’Invisibile” è il tema della conferenza che Monsignor Bruno Forte,Arcivescovo di Chieti-Vasto, svolgerà martedì 8 maggio alle 18 presso il Museo Archeologico Nazionale Villa Frigerj di Chieti. L’evento si svolge  nell’ambito della mostra “Percorsi di uomini percorsi di fede” inaugurata il 17 aprile nell’ambito della XIV settimana della cultura e che ospita per la prima volta 16 icone provenienti dalla Chiesa di S.Maria Assunta appartenente alla comunità di rito greco-cattolico di Villa Badessa a Rosciano.  L’Oasi orientale di Villa Badessa è la più settentrionale d’Italia, risale al 1754 e fa capo all’Eparchia di Lungro,in Calabria. Le icone esposte nel Museo Archeologico Nazionale sono state realizzate tra il XV e il XIX secolo e costituiscono un piccolo esempio delle 75 opere presenti nella chiesa di Villa Badessa.  La Colonia albanese di Villa Badessa risulta tra le più recenti trasmigrate in Italia, rispetto alle altre emigrate in Sicilia, Calabria e Molise. Da oltre 260 anni è presente l’insediamento in Abruzzo, con iniziali 18 famiglie originarie dei territori a sud dell’Albania, da Piqeras, oggi appartenente al comune di Lukove al confine con la Grecia.

A questi tesori dell’ arte greco-bizantina si affiancano le immagini fotografiche di Mauro Vitale, che percorrono un itinerario nei luoghi del culto greco-cattolico e greco-ortodosso di Romania, Ucrania, Moldavia e nei territori italiani di origine Arberesh.

La mostra è visitabile fino al 27 maggio da martedì a domenica dalle 9 alle 20 (9-19 nei prefestivi e festivi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *