AcquaeSapone Fiderma C5: i nerazzurri escono a testa alta dai play off scudetto

L’AcquaeSapone Fiderma si ferma davanti alla legge del più forte. Non solo sul campo, forse. Sul parquet dei campioni d’Italia in carica della Marca Futsal, la squadra di Bellarte perde 3 a 1 ed esce dai play off scudetto. In semifinale contro la Lazio vanno i veneti. Ma che rabbia: l’episodio decisivo arriva a metà ripresa, sull’1 a 1 con gli angolani in piena corsa per la qualificazione. L’arbitro non vede una netta spinta di Wilhem su Caetano, il capitano della Marca ruba palla e va a segnare il gol del sorpasso.

La partita più importante della stagione piegata da un errore arbitrale. Un peccato. Il peso del grande evento non spaventa però Zaramello e compagni: il 5 a 5 dell’andata ha aperto il match di ritorno ad ogni possibilità, anche se di fronte ci sono i temibilissimi campioni d’Italia uscenti.

Rispetto alla gara del PalaRoma, però, i trevigiani sbloccano per primi. Dopo 2’ e mezzo, Nora dal limite dell’area sbroglia una serie di rimpalli con un tocco di precisione. Il primo serio tentativo degli angolani di pareggiare arriva al 5’ e 10’’: schema su punizione che porta Caetano solo sul palo, ma il tocco del laterale è clamorosamente sbilenco. L’episodio scuote però i nerazzurri, che impegnano severamente Miraglia con Marcelinho qualche attimo dopo. La tensione sale con il passare dei minuti e gli arbitri sono costretti ad intervenire sventolando cartellini su entrambi i fronti. L’AcquaeSapone tiene il campo con autorità, e crea i presupposti per il pari in diverse occasioni. Al 16’ Hector ha sui piedi la palla più ghiotta: solo davanti a Miraglia si fa ipnotizzare. Sul ribaltamento, Foglia di testa costringe Zaramello ad una deviazione d’istinto che ha del miracoloso. Ma è la squadra di Bellarte a fare la partita, e infatti il meritato pareggio arriva nei secondi finali del primo tempo: Caetano scambia con Coco e scarica un bolide nell’angolino alla sinistra di Miraglia. Bellissima la corsa a bordo campo verso il compagno di squadra Mielo, in tribuna per scelta tecnica.

La ripresa si apre ancora nel segno dei nerazzurri: dopo 2’ Caetano dalla destra rientra e scarica un macigno che si stampa sulla traversa. Dopo 3’40’’ il solito Duarte imita l’avversario sul fronte opposto: la traversa salva Zaramello. I ribaltamenti sono continui, ma è ancora pronto Miraglia dopo 7’20’’ su Hector in area. Si entra nell’ultimo “quarto” e arriva l’episodio che cambia tutto: Wilhem spinge a terra palesemente Caetano, gli ruba il pallone e supera Zaramello con un diagonale. E’ una mazzata per i ragazzi di Bellarte, una ricarica di autostima per i campioni di Polido. Che trovano il tris con un numero d’alta scuola di Jonas a 3’ e mezzo dalla fine: bellissimo il lob sul portiere in uscita. Non basta il tentativo di rimonta con il portiere di movimento, manca la lucidità e l’esperienza fa la differenza. Giù il sipario per una stagione comunque da ricordare e da incorniciare.

 

MARCA FUTSAL – ACQUAESAPONE FIDERMA  (pt 1-1)

 

MARCA FUTSAL: Miraglia, Caverzan, Wilhem, De Luca, Duarte, Foglia, Papu, Nora, Jeffe, Calmonte, Jonas, Taborra. All. Polido.

 

ACQUAESAPONE FIDERMA: Zaramello, Nei, Tottone, Ferreira, Aiello, Hector, Zanchetta, Caetano, Del Pizzo, Marcelinho, Coco Schmitt, Sferrella. All. Bellarte.

 

ARBITRI: D’Oria (Bari), Frasconi (Olbia) e Zago (Este). Crono: De Coppi (Conegliano).

 

MARCATORI: nel pt 2’28’’ Nora (M), 19’23’’ Caetano (A); nel st 10’40’’ Wilhem (M), 16’23’’ Jonas (M)

 

NOTE: ammoniti Ferreira (A), Foglia (M), Duarte (M), Del Pizzo (A),

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *