Interrogazione parlamentare dell’IdV sugli esuberi alla Bls e Carispaq

Approda in Senato il caso della Banca popolare di Lanciano e Sulmona, istituto abruzzese a rischio esuberi in vista dell’accorpamento con la capogruppo Banca popolare dell’Emilia Romagna. Il Senatore abruzzese dell’Idv, Elio Lannutti, ha presentato un’interrogazione parlamentare per chiedere la tutela dei posti di lavoro della banca.

L’interrogazione è rivolta al Ministro dell’Economia ad interim, Mario Monti, al Ministro del Lavoro, Elsa Fornero, e al Ministro per la Coesione Territoriale, Fabrizio Barca. La Bls, presente in Abruzzo, Molise, Marche e Puglia con 78 filiali, dal primo gennaio 2013 diventerà una ‘divisione’ della capogruppo Bper. “Potrebbero essere circa 300 gli esuberi totali del personale di Bls e Carispaq, altro istituto abruzzese che diventerà ‘divisione’ della Bper”, si legge nell’interrogazione presentata da Lannutti, secondo cui la Bls perderà, di fatto, “gran parte della sua autonomia”.

Il Senatore dell’Idv chiede inoltre “se risulti corrispondente al vero che la Bper, non rispettando le condizioni previste dal contratto, stia contattando funzionari e impiegati della Bls per offrire mobilità professionale e territoriale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *