A Trento la BLS Chieti rimedia una dura sconfitta in gara 1 di finale

Gara senza storia con l’aquila trentina che domina dal primo all’ultimo minuto e Chieti che viene subito cancellata nel gioco e nel morale. Questa volta non si è assistito al miracolo di turno e il deficit sotto canestro da parte delle Furie, a causa delle sofferenze fisiche di Lele Rossi, ha spaccato subito la partita. Pascolo è il dominatore assoluto sotto canestro ma, non bastasse, anche tutti gli altri giocatori di Trento, a turno, fanno vedere di essere abilissimi a giocare in posizione da post basso.  Rossi fa quasi tenerezza e Porfido non ce la fa proprio a contenere i centri avversari. Chieti prova a tenere botta solo nei secondi cinque minuti del primo quarto, quando arriva a limare lo svantaggio a 5 lunghezze (20-15) al 9’. Nel secondo periodo emerge tutta la superiorità fisica e tecnica di Trento che chiude rifilando a Chieti cinquanta punti a metà gara. Gli ultimi quarti sono del tutto inutili se non come esibizione di scuola degli under trentini che alla fine risparmiano una ancor più dura lezione ai teatini. Appuntamento a martedì, sempre a Trento, per gara 2.

BITUMCALOR TRENTO – BLS CHIETI 85-60 (23-15, 50-28, 67-44)

BITUMCALOR TRENTO

Medizza, Pascolo 10, Negri 4, Brandani, Spanghero 11, Fiorito 12, Santarossa 9, Conte 21, Forrà 8, Pazzi 10.

BLS CHIETI

Martelli, Di Emidio 3, Gialloreto 10, Porfido 14, Iannone, Rajola 7, Diomede 4, Raschi 15, Rossi 7.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *