Il Pescara riporta l’Abruzzo in Serie A

Eccola la Serie A, che torna dopo 20 anni. Pescara e l’Abruzzo l’accolgono nel miglior modo possibile, al termine di una stagione bellissima e difficile, tanto difficile. Che soddisfazione per i biancazzurri e per Zeman!

Quando l’allenatore arrivò al Delfino, la scorsa estate, seduto davanti al presidente Sebastiani, firmò il contratto, ponendo una condizione: il premio promozione.

Il boemo voleva ritornare nel calcio che conta dopo anni trascorsi in periferia e voleva farlo proprio da una piazza che aveva voglia di seguirlo in quella che si è trasformata in una bellissima avventura. Già, la voglia di riscatto. Zeman, che senza recriminare, senza lamenti, ha risposto sul campo ai suoi denigratori, quelli colpiti dalla sincerità, dalle parole pronunciate durante i momenti più critici del pallone italiano. Aspettava il momento giusto, dal 1998. E’ arrivato oggi,  20 maggio 2012, incassando nel frattempo l’ammirazione di tanti suoi colleghi, in Italia e all’estero. Un numero su tutti: 89 gol realizzati, dai biancazzurri, un record, Ecco perché il suo ritorno in Serie A, insieme al Pescara, è ancor più bello e significativo.

Pescara impazza, giustamente. Da Galeone e Zeman, quanta strada fatta, ma allora come oggi, è stato un’autentico spettacolo. Che l’Abruzzo intero può godersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *