Pescara, manifesti del PdL contro i rom, Testa replica a Pd e Sel: “Fotografia di quanto appena accaduto in città”

“Credo che il manifesto affisso dal gruppo regionale del Pdl sugli sfratti eseguiti a Pescara nei giorni scorsi sia solo la fotografia di quanto appena accaduto in città, e cioè lo sfratto di alcune famiglie che avevano occupato abusivamente degli alloggi popolari. Si trattava di famiglie rom i cui componenti hanno avuto problemi con la giustizia. Il che si può sintetizzare “rom e delinquenti” anche se è un linguaggio che può non piacere e può non essere condiviso o può essere solo una sintesi pubblicitaria.

E’ stizzita risposta del Presidente della Provincia di Pescara, Guerino Testa, alle accuse che sono pervenute al PdL nelle ultime ore dopo che in città sono appesi manifesti ‘Fuori dalle case popolari rom e immigrati’.

“Il fatto è che le case occupate illegittimamente sono state liberate e assegnate a famiglie che ne avevano regolarmente diritto – replica Testa -, come molti cittadini hanno peraltro chiesto a gran voce subito dopo l’omicidio di Domenico Rigante. Proprio dopo quell’episodio ho chiesto più volte di mantenere la calma e di non fomentare chi ce l’ha con i rom, per cui dovrebbe essere chiarissimo come la penso. Nessun razzismo, assolutamente, anzi trovo farneticanti le affermazioni di Stefano Casciano che pur di attaccare il Pdl e di demolirlo costruisce un panegirico senza né capo né coda andando a ripescare Hitler, i nazisti e tirando dentro perfino l’auto blu della Provincia”.

Anche il coordinatore cittadino di Sinistra Ecologia Libertà, Daniele Licheri, attacca il PdL e domanda: “”Ma non si professava un partito liberale, moderato e garantista?” Il rappresentante del partito di Vendola poi prosegue: “In qualsiasi paese Europeo, chiunque si fosse permesso di appendere dei manifesti del genere: razzisti e dal puzzo nazista, sarebbe immediatamente costretto alle dimissioni. Sono indignato e arrabbiato, questa giunta  non merita di governare questa città e dovrebbe andarsi a ripassare un pò di storia e le tragedie che generalizzazioni di questo tipo hanno provocato nel corso del tempo”. Poi il rappresentante di Sel conclude chiedendo”le immediate dimissioni di questa giunta, che invece di stemperare i toni getta benzina sul fuoco”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *