La Finanza sequestra merce contraffatta e pericolosa per salute per 2,2 milioni di euro

Due milioni e duecento mila articoli con marchi contraffatti e ritenuti pericolosi per la salute stoccati in due magazzini di Roma ed in un deposito a Napoli sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza. L’operazione delle Fiamme Gialle, denominata ‘Tramonto d’oriente’, è stata eseguita in momenti diversi, ed è scaturita da un primo sequestro effettuato a Pescara di oltre 7.600 pezzi dello stesso tipo di merce. I prodotti, tra cui anche articoli di bigiotteria, unghie e brillantini per i denti, secondo quanto accertato dalla Fiamme Gialle, potrebbero essere nocivi per la salute e non sottoposti a tutti i controlli necessari.

Il Nucleo di Polizia Tributaria di Pescara è intervenuto dopo alcuni sequestri in città eseguiti nelle settimane scorse, ed è proseguita con l’obiettivo di scovare i fornitori della merce, che era contraffatta o senza il marchio CE. Ripercorrendo a ritroso la filiera del falso, incrociando i dati contabili con gli elementi investigativi raccolti nel corso di appostamenti e pedinamenti che hanno interessato pure alcuni vettori, sono stati individuati gli importanti centri di stoccaggio situati a Roma (dove sono stati individuati due depositi) e Napoli. Tra i prodotti sottoposti a sequestro, di cui 53mila pezzi a Roma e quasi due milioni di pezzi nella Capitale (oltre ai 40mila pezzi intercettati nel tempo a Pescara), ci sono anche radioline, caricabatterie, adattatori per I-Phone, torce e materiale elettrico di vario genere che saranno sottoposti ad accurata perizia per accertare la rispondenza agli standards qualitativi minimi per essere immessi in commercio senza ledere la salute degli acquirenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *