Sfruttamento della prostituzione: 17 ordinanze di custodie cautelare eseguiti all’alba dai carabinieri

17 persone tra Abruzzo, Marche e Umbria sono state arrestate questa mattina nell’ambito di una operazione  condotta dai Comandi provinciali di Ascoli Piceno, Macerata, Perugia, Teramo e Terni per associazione per delinquere finalizzata a favorire l’ingresso irregolare di cittadine extracomunitarie e sfruttamento della prostituzione. i provvedimenti cautelari (16 ai domiciliari, una in carcere) sono stati emessi dal Giudice per le indagini preliminari de L’Aquila. Sono stati apposti i sigilli a tre agenzie di affari artistici e teatrali e quattro locali notturni all’Aquila, Macerata, Ascoli Piceno e Terni. Le indagini sono state svolte dal Reparto Operativo Nucleo Investigativo sulla base di precedenti verifiche avviate dal Nor della Compagnia de L’Aquila in locali notturni della zona. È stato possibile individuare un sodalizio criminoso – composto da 4 impresari artistici e 9 gestori di locali notturni – attivo dal 2010 in Abruzzo con ramificazioni in Lazio, Marche e Umbria. Grazie a intermediari residenti in Paesi del centro e sud America, i soggetti ottenevano, attraverso falsificazione dei documenti, il visto d’ingresso, e l’introduzione in Italia di giovani donne provenienti da Cuba, Venezuela e Filippine, avviate poi alla prostituzione in locali notturni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *