Siracusa-Virtus, gara 2 play off è già iniziata. Sottil: “Per noi è la partita”. I rossoneri pronti a far saltare i piani dei siciliani

“Domani non sarà una partita, ma la partita”. Poche parole per descrivere appieno il clima che domani, al De Simone, troverà la Virtus Lanciano. A pronunciarle, Andrea Sottil, l’allenatore che, dopo la gara 1 dei play-off, aveva evitato i cronisti. Il suo Siracusa era uscito dal Biondi sotto di un gol e al termine di una partita che per 70 minuti i padroni di casa hanno largamente dominato, risultato e attegiamento che al tecnico dei siciliani non è andata per niente giù. Così, alla sfida di domani consegna le sorti della stagione della sua squadra. Vero è che se il Siracusa non fosse stato penalizzato di 7 punti starebbe gustandosi davanti alla tivvù le semifinali, ma è andata in un altro modo e ora il campo dovrà stabilire chi accederà alla finalissima.

Sottil ha tutti a disposizione, anche il centrale di difesa Mariano Fernandez, in dubbio ad inizio settimana. Non sono esclusi cambiamenti in confronto all’undici sceso in campo sette giorni fa a Lanciano. Le novità, se ci saranno, s’attendono in avanti. C’è da ribaltare il risultato e quindi si punta a rendere la prima linea più incisiva.

Il Lanciano, invece, in perfetto stile Gautieri, è tranquillo e concentrato, consapevole che non sarà certo facile affrontare il Siracusa, ma l’impresa di andare avanti non è impossibile.

Qualche problema per Mammarella, che comunque sarà regolarmente in campo, così come D’Aversa. Anche in casa rossonera non dovrebbero esserci delle novità: in campo ci saranno gli stessi protagonisti del Biondi. L’arbitro della partita sarà Michael Fabbri, di Ravenna, gli assistenti saranno Giuseppe Grillo e Nicolò Calò entrambi di Molfetta. Al De Simone saranno presenti 5000 spettatori, di cui 300 da Lanciano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *