Troppi debiti, imprenditore edile s’impicca nel garage di casa

Il titolare di una piccola impresa edile si è tolto la vita oggi stringendosi una corda al collo nel garage di una sua casa in costruzione in contrada Vallecupa di Colonnella, in provincia di Teramo. Bernardino Capriotti, 49 anni, originario di Monteprandone, in provincia di Ascoli Piceno, secondo quanto si è appreso, attraversava un difficile momento economico. A trovare il corpo i famigliari che si erano allertati in quanto il Capriotti non era tornato a casa per pranzo. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della stazione di Colonnella. Capriotti aveva avviato l’impresa dopo anni di lavoro come muratore. Aveva deciso di mettersi in proprio, dando vita ad una piccola azienda che viveva soprattutto di subappalti da imprese più grandi. Ultimamente però di commesse ce n’erano sempre meno, tanto che aveva ipotizzato di trasferirsi all’estero. Tre anni fa l’uomo aveva perso un figlio, morto di malattia. Lascia la moglie e un altro figlio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *