La BLS Chieti battuta in casa da Trieste in gara 4

BLS CHIETI – BITUMCOLOR TRIESTE 63-67 (20-21,33-37,50-52)
Ancora una partita decisa punto a punto ma questa volta la freschezza dei giovani di Trieste ha la meglio sui vecchi leoni teatini che lottano gagliardamente fino alla fine. La serie si chiude a favore delle aquile ma i play off non finiscono per i teatini che adesso se la vedranno sempre al meglio delle cinque partite con Trieste per disputarsi l’ultimo posto utile per la Lega2. Parte bene Chieti, fluida in attacco e con tanta convinzione in più rispetto a gara 3, ma Trento non sembra soffrire la sconfitta beffarda di venerdì. Il primo quarto fila via liscio con le due squadre a strappare un po’ di vantaggio all’altra e poi a subire il recupero. Diomede sembra avere la marcia giusta, così come Il solito Rossi e fosforo Raschi. Il problema per la BLS è che dalla panca di Trento escono sempre punti vincenti e questa volta la sorpresa è Spanghero che entra da tutti i lati, frastornando il povero Gialloreto, lasciato troppo solo a marcare il giovane trentino. Il secondo periodo vede gli ospiti allungare gradualmente fino a 10 punti sopra (27-37) a -1’07” dal suono della sirena. A questo punto però due bombe di Martelli e Raschi permettono ai teatini un recupero parziale (33-37). Si torna in campo e come in un tampone alpino Triesce fugge ancora avanti di 10 (38-48) al minuto 24′ ma è ancora lunga e Chieti si attacca alla partita con i canestri di Rajola, Raschi e Diomede. In un lampo le Furie tornano a ridosso degli ospiti. Due tiri liberi di Diomede riportano Chieti a un canestro solo da Trieste. L’ultimo quarto è giocato alla morte, punto a punto, e nennuno molla. A 4’50” dalla fine il palazzotto è una bolgia, Rajola da tre ha appena riportato la BLS avanti di 1 (58-57). Questo sorpasso però non demoralizza i trentini, che con lucidità rispondono subito con due tiri da tre di Conte e di Spanghero a due minuti esatti dalla chiusura. Finisce qui? Neanche per sogno, perchè Raschi, il migliore in campo, non cede un passo e riporta i suoi ancora a distanza di sorpasso da Trento. A 45″ dal suono della sirena però sempre Raschi, sbaglia il tiro liberodel pareggio. Pazzi servito sotto canestro realizza, subendo fallo da Rossi. Questa volta è finita! Si chiude tra gli applausi del pubblico che ringrazia i suoi stupendi giocatori e i triestini festanti per la meritatissima promozione.

BLS Chieti – Bitumcalor Trento 63-67 (20-21; 33-37; 50-52) 
BLS Chieti: Rajola 8, Gialloreto 9, Diomede 11, Raschi 14, Rossi 13; De Gregorio ne, Iannone, Martelli 5, Di Emidio ne, Porfido 5. All. Sorgentone. 
Bitumcalor Trento: Forray 13, Conte 9, Pascolo 8, Santarossa 5, Pazzi 10; Brandani ne, Spanghero 16, Fiorito, Negri 6, Medizza ne. All. Buscaglia. 
Rimbalzi: Chieti 36 (Raschi e Rossi 13), Trento 29 (Pazzi 7). Assist: Chieti 12 (Diomede 4), Trento 11 (Santarossa 4).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *