Pescara, Lanciano e Chieti, quante emozioni per l’Abruzzo del calcio

ore 15,58: prendono il via le semifinali per accedere alla finale di Prima e Seconda Divisione, che per la Virtus Lanciano e per il Chieti vorrebbe dire serie B e Prima Divisione. Stavolta sono i tifosi rossoneri a soffrire per seguire le sorti della loro squadra del cuore. Non c’è la diretta tivvù e allora tutti sintonizzati sule frequenze di Radio Delta Uno per gli aggiornamenti che arrivano dall’Isola, affidati ad Enrico Giancristofaro.

Tifosi in apprensione anche a Chieti, anche se la situazione della formazione di Silvio Paolucci è diversa dal Lanciano.

ore S’inizia e i siciliani subito pericolosi con Fofana. Gli uomini di Sottil vogliono ribaltare il risultato che li vede sotto di un gol. Il Lanciano è in divisa bianca con banda rossonera.

300 i sostenitori lancianesi presenti al De Simone, che registra quasi il tutto esaurito

ore 16,05: 2000 gli spettatori all’Angelini per sostenere il Chieti, che deve vedersela con l’Aprilia.

ore 16,08 : il Chieti passa in vantaggio su rigore. L’arbitro Borriello vede un tocco di mano di  e indica il dischetto. Jonathan Sabatini realizza.

ore 16,16: la Virtus in rete. Ci pensa Sarno a ammutolire il De Simone che aveva incitato nei minuti iniziali la propria squadra, che aveva stretto i rossoneri nella propria area.

16,22: il Siracusa pareggia sugli sviluppi di un calcio piazzato. Il difensore centrale Fernandez raccoglie in area il traversone e supera Aridità.

ore 16,: nella ara di ritorno play out he si gioca a Città Sant’Angelo e Santegididie, la squadra ospite passa. Il gol è di Ommarini. La Sant, che all’andata ha perduto per 3 a 1, è chiamato a un’impresa, cioé vincere 3 a 0 per restare in serie D.

ore 16,34: paura per la Virtus. Fernandez, ancora sugli sviluppi di un piazzato ci riprova e trova di nuovo la rete, ma stavolta Fabbri annulla per fuorigioco. Pericolo scampato.

16,36: l’Angolana pareggia con Isotti

16,38: ancora emozioni al De Simone, Vastola serve in area Pavoletti, conclusione del bomber rossonero e Baiocco si supera mettendo in angolo.

16:41: Santegidiese di nuovo in vantaggio, raddoppio degli ospiti con D’Ippolito

17,00: dopo il riposo si riprendono le gare di Siracusa e Chieti. Al De Simone il Lanciano scende in campo con lo stesso 11 iniziale.

17,01: all’Angelini l’Aprilia pareggia. Alessio Germani che era entrato sul finire del primo tempo, mette dentro.

17,13: rigore per il Siracusa. Fernandez, in una nuova proiezione offensiva colpisce di testa, palla toccata da Amenta

17,14: l’Angolana pareggia con Forlano

17,18: Mammarella su punizione, disegna una grande traiettoria e per il Lanciano è pareggio.

17,27: Fernandez si riconferma autentica spauracchio del Lanciano. Pepe lo serve, il difensore ha davanti a se Aridità, ma sbaglia clamorosamente.

17:45: il Lanciano resiste. Il Siracusa è in dieci, ma la superiorità numerica non dura molto perché Titone, subentrato a Turchi, si fa espellere per proteste. In campo è una battaglia, La Virtus tiene. Anche il Chieti resiste al ritorno dell’Aprilia.

17,45: Isotti porta in vantaggio la Renato Curi Angolana

17,46: saranno 4 i minuti di recupero al De Simone, due all’Angelini.

17,46: Isotti chiude il confronto con la Santegidiese, realizzando il terzo gol per l’Angolana

ore 17.50: è finita al De Simone, il Lanciano è in finale. Conoscerà il sio avversario solo a sera, dopo il posticipo tra Trapani e Cremonese.

ore 17,51: anche il Chieti è finale. Per la Prima Divisione se la dovrà vedere con la Paganese.

L’Abruzzo è in festa. Pescara, Lanciano e Chieti, che giornate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *