Manifesto del PdL contro i Rom: delegazione dell’Ufficio Nazionale Antidiscriminazione Razziale il 7 giugno a Pescara

A poche ore dall’affissione, martedì scorso, era scoppiata la polemica ed era partito un esposto in Procura, presentato da Daniele Licheri, Coordinatore Cittadino, e Roberto Di Lodovico, Coordinatore Provinciale di Sinistra Ecologia e Libertà, per ‘incitamento all’odio razziale’. Anche l’Arcidiocesi di Pescara-Penne aveva condannato quella frase contenuta in un 6 metri per 3, comparso in città e nel quale si affermava che “Il Pdl mantiene gli impegni. Fuori dalle case popolari rom e delinquenti”.    Ma la questione non è finita. Il prossimo 7 giugno, infatti, una delegazione dell’Ufficio Nazionale Antidiscriminazione Razziale (Unar), operante nell’ambito del Dipartimento per le Pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei ministri, sarà a Pescara per incontrare gli amministratori pubblici in merito all’episodio. Lo rende noto il presidente della Fondazione Nazionale Romanì, Nazzareno Guarnieri. “Non so ancora dire con certezza chi verrà, se un sottosegretario o qualcun’altro – spiega Guarnieri -, ma so per certo che il 7 giugno una delegazione del Governo verrà a Pescara presumibilmente per incontrare il Prefetto, il sindaco e il presidente della Provincia”. Nei giorni scorsi l’Unar ha trasmesso alla Procura di Pescara una comunicazione di reato per la violazione della legge sulla discriminazione razziale (654/75).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *