– 5 a Virtus Lanciano-Trapani: Gautieri deve scegliere chi mandare in campo al posto di Pavoletti

Una città nel pallone. Lanciano vive un momento del tutto particolare e non potrebbe essere diversamente visto che alla fine nei prossimi 180 minuti di gioco con il Trapani, la squadra rossonera potrebbe ritrovarsi in serie B. Oggi sono ripresi gli allenamenti al Memmo, prima però, Carmine Gauteri è rimasto con i suoi giocatori negli spogliatoi del Guido Biondi per analizzare la gara di Siracusa. Un 2 a 2 che ha consegnato la finale alla Virtus, ma anche qualche problema al tecnico, che si è visto comminare due giornate di squalifica ‘per comportamento offensivo verso un assistente arbitrale durante la gara’  dal giudice sportivo. Con il Trapani, domenica prossima, mancheranno Titone, Amenta e soprattutto Pavoletti. L’ariete frentano, seppur nelle due partite con il Siracusa non ha segnato, è stato comunque particolarmente prezioso a tenere alta la squadra e a creare gli spazi per gli inserimenti dei compagni.

Chi mettere al suo posto? La scelta non è facile e va ben studiata, anche perché la presenza in campo di Pavogol è funzionale con il gioco sulle corsie esterne che il Lanciano abitualmente sviluppa. Nascono da qui le incognite per Gautieri. Si potrebbe pensare a Vastola, la cui duttilità è nota, ma significherebbe allontanare dal centro campo un uomo d’esperienza che è stato prezioso nelle due partite con la squadra di Sottil. Altrimenti c’è da puntare su un altro giocatore (Marfisi, Piccion, Donnarumma o Zeytulaev) e far aumentare le incursioni dei vari Turchi, Sarno, Capece e chi giocherà nella mediana.

Altro problema, chi schierare al posto di Amenta, giocatore divenuto fondamentale nel 4-3-3 dell’allenatore rossonero?

Il Trapani, come ha dimostrato nella stagione regolare, è formazione che fuori casa riesce ad esprimersi meglio, per la Virtus, quindi, quella di domenica diventa una partita fondamentale per i suoi sogni.

I tifosi, si diceva in apertura, sono al settimo cielo e si preparano alla gara di ritorno in Sicilia: si organizzano bus e auto private, ma anche un volo charter, con partenza da Pescara, per il prossimo 10 giugno. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *