Lanciano, condanna a 10 anni per violenza sessuale su una bambina di 8 anni

Dieci anni di reclusione. E’ questa la condanna inflitta a Francesco Paolo Pasquini, 77 anni, di Lanciano, riconosciuto colpevole, in primo grado, di violenza sessuale su una bambina di 8 anni. Il tribunale di Lanciano, presieduto da Ciro Riviezzo, ha disposto un risarcimento danni di 10 mila euro immediatamente eseguibili, e l’interdizione perpetua dai pubblici uffici. Confermato anche l’obblighi di dimora in un paese del chietino.

L’avvocato Sandro Troilo, difensore di Pasquini, aveva chiesto l’assoluzione piena, ed in subordine la formula dubitativa. Il difensore ha basato la sua difesa sulla mancanza di prove.

Il tribunale, invece, ha ritenuto di dover accogliere la richiesta di condanna formulata dal pubblico ministero Rosaria Vecchi, alla presenza del procuratore capo Francesco Menditto, che ha tenuto la requisitoria di replica, sostenuta anche dalla parte civile, dall’avvocato Paola Zulli.

Per l’altro filone dell’inchiesta, che riguarda la madre della piccola, accusata di favoreggiamento, la donna sarà giudicata il prossimo 20 giugno, con rito abbreviato, dinanzi al gup Francesca Del Villano Aceto.

L’avvocato Troilo, al termine dell’udienza, conclusasi dopo tre ore e mezza di camera di consiglio, ha preannunciato ricorso in appello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *