Delitto di Melania Rea: davanti al gip un nuovo testimone

Omicidio di Melania Rea, ora spunta un nuovo testimone. Davanti al giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Teramo, Marina Tommolini, infatti, nel pomeriggio di oggi, comparirà  un pensionato di 78 anni, residente a Colle San Marco. L’uomo, per la verità, era già comparso in televisione perché dalla sua casa, in collina, si ha una buona veduta del luogo dove, secondo Salvatore Parolisi, lui, la moglie e la figlioletta, erano andati per trascorrere il pomeriggio. Da lì, secondo il caporalmaggiore, Melania si sarebbe allontanata, facendo perdere le sue tracce. Melania, come si ricorderà, fu poi trovata uccisa, con 35 coltellate, a Ripe di Civitella del Tronto. Parolisi era presente stamani in aula, è arrivato di buon’ora dal carcere di Castrogno, dove è detenuto dall’agosto scorso. Come al solito, ha fatto il suo ingresso da una entrata laterale del palazzo di Giustizia, lontano da telecamere, giornalisti e fotografi.

Nella mattinata il giudice Tommolini ha ascoltato le deposizioni dei tre operai macedoni che, il giorno della scomparsa della donna, erano al lavoro in una villetta a Colle San Marco. Il gip in aula il prelievo del campione salivare dei tre operai con il kit portatile in possesso dell’arma dei carabinieri. Si tratta del secondo prelievo al quale i tre extracomunitari vengono sottoposti dopo quello effettuato su di loro alcune settimane fa quando si erano presentati spontaneamente ai carabinieri di Ascoli Piceno. La loro posizione, però, è stata archiviata. Il decreto è stato firmato ieri e stamane sono stati ascoltati solo in qualita’ di testimoni.

L’udienza proseguirà con l’audizione del conduttore del cane molecolare Piergiorgio che verrà messo a confronto con un perito per verificare e valutare l’attendibilità dello stesso animale, che nel corso delle ricerche di Melania scomparsa, sul pianoro di Colle San Marco, fiutò alcune tracce nei pressi del monumento ai caduti, proprio nelle vicinanze del cantiere dove stavano lavorando i tre operai.

L’altra novità della giornata riguarda la decisione del Tommolini, di accogliere la richiesta delle parti civili di nominare Stefano Vannini, perito entomologo, per stabilire l’ora esatta della morte di Melania Rea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *