Viabilità, dalle Province abruzzesi richiesta d’aiuto alla Regione

I Presidenti delle quattro Province abruzzesi, riunitisi questa mattina presso la Provincia di Pescara unitamente ai rispettivi Assessori alla Viabilità ed ai Dirigenti dei Settori di riferimento in vista dell’incontro con la Commissione Bilancio della Regione in programma il prossimo 6 giugno, hanno deciso di chiedere alla Regione Abruzzo lo stanziamento di risorse ordinarie e straordinarie per poter fronteggiare immediatamente le condizioni di emergenza in cui si trovano numerose strade provinciali, una situazione aggravata dai danni provocati dalle abbondanti nevicate e piogge dello scorso inverno. Attualmente le Province gestiscono in Abruzzo una rete viaria di 6.500 chilometri, dei quali 1.500 trasferiti negli anni scorsi dall’Anas attraverso la Regione e per i quali quest’ultima non eroga più fondi. In particolare, sempre per quel che riguarda la viabilità ex Anas, è stato evidenziato l’obbligo giuridico in capo alla Regione di accertarsi dell’adeguatezza del programma di manutenzione delle strade stesse, un obbligo per il quale la stessa Regione potrebbe essere chiamata in corresponsabilità nel caso di danni a terzi a causa del cattivo stato di manutenzione delle strade. Ma le Province hanno sottolineato anche un altro aspetto problematico: ovvero l’estrema difficoltà e qualche volta l’impossibilità di vedersi rinnovare, da parte delle società di assicurazione, le polizze che tutelano l’Ente rispetto ai danni derivanti dagli incidenti stradali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *