Antenne a San Silvestro, Mascia e Sospiri insistono con la Regione per la delocalizzazione

Il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia e il consigliere regionale del Pdl, Lorenzo Sospiri, non ci stanno e lo ribadiranno domani alla Regione Abruzzo, mantenendo un atteggiamento di assoluta fermezza dinanzi ai titolari delle emittenti radiotelevisive.  La questione è legata alla delocalizzazione delle antenne di San Silvestro. Domani Mascia parteciperà alla riunione fissata per le prime ore del pomeriggio dal dirigente regionale del settore Ambiente. Nel frattempo il Comune di Pescara si costituirà contro il ricorso al Tar del Lazio presentato da Rai Way per impugnare il nuovo Piano Nazionale di assegnazione delle frequenze varato dall’Agcom che ha definitivamente escluso San Silvestro dai siti idonei a ospitare le antenne, obbligando i titolari a individuare un’altra sistemazione senza ulteriori tentennamenti.

“Comune e Regione, stiamo con i cittadini residenti sul colle. La nostra amministrazione comunale – ha ribadito il sindaco – ha raggiunto un risultato storico ottenendo la delocalizzazione delle antenne, ma non con una semplice promessa, bensì con la formalizzazione del provvedimento attraverso l’esclusione del sito di San Silvestro dal Piano Nazionale di Assegnazione delle Frequenze. Ora però arriva la parte più difficile, ossia quella più tecnica, l’attuazione concreta del dispositivo normativo. Da parte mia ho già sollecitato la Regione Abruzzo, e dal nostro punto di vista la competenza a dare attuazione al provvedimento è del Ministero per lo Sviluppo Economico che deve dire in concreto alle emittenti che devono trasferire i propri impianti. E già nel corso del precedente incontro a L’Aquila, lo scorso 24 aprile, il Ministero non ha usato giri di parole, e ha detto senza mezzi termini che le antenne devono lasciare San Silvestro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *