Domenica straordinaria per il basket teatino: vince anche la BLS Chieti, che espugna Trieste in gara 1

ACEGASAPS TRIESTE – BLS CHIETI 65-72 (14-15, 29-34, 42-41)

ACEGAS APS TRIESTE: Zaccariello 5, Bonetta, Mastrangelo 5, Ruzzier 14, Maganza 8, Moruzzi 23, Ferraro 4, Carra 6, Gandini, Urbani ne. All. Dalmasson

BLS CHIETI: De Gregorio ne, Rajola 16, Gialloreto 21, Iannone, Martelli, Raschi 14, Di Emidio ne, Porfido 3, Rossi 12, Diomede 6. All. Sorgentone

Irripetibile domenica del basket teatino, oltre alla vittoria delle ragazze del CUS, neopromosse in A1, arriva da Trieste ancora una bella notizia. La BLS Chieti  espugna Trieste con una partita di grandissima intensità difensiva. Rajola, Rossi, Gialloreto e Raschi straordinari e tutti in doppia cifra realizzativa. Pessima percentuale di tiro dei giuliani, contenuti ai minimi termini.Parte forte Trieste che va 10-6 con un canestro di Moruzzi , ma Chieti tiene botta e ribalta il punteggio sul 10-12. Zaccariello e Mastrangelo infilano due canestri che riportano avanti Trieste (14-12), nel finale del quarto però Gialloreto segna una tripla che vale il + 1 al termine della prima frazione(14-15). Grande equilibrio nel secondo quarto con le due squadre punto a punto. Dopo il canestro del 23-23 di Maganza, i teatini operano un piccolo strappo,  scattando avanti  fino ad arrivare a + 7 (23-30). Contro break di  Trieste che con un 6-0 torna a una sola lunghezza dalla BLS (29-30), che però realizza due canestri andando al riposo lungo con quattro punti di vantaggio (29-34). Al rientro Trieste con Zaccariello e Moruzzi si ricongiunge subito a quota 34. Il terzo quarto procede a strappi con Chieti che si porta avanti, per essere poi sempre ripresa dalla squadra di casa.  Ruzzier nel finale di quarto  con due tiri liberi riporta i giuliani di nuovo avanti al suono della sirena.  Nella quarta frazione l’Acegas riparte a spron battuto, andando a + 4 grazie a Carra (48-44). e poi a cinque punti di vantaggio (52-47). A questo punto però inspiegabilmente Trieste entra in letargo e subisce da Chieti un break di 0-11 che la riporta sotto a -6 (52-58) a poco più di un minuto dalla fine. E’ questo il momento decisivo. L’Acegas rientrerà a – 3 un paio di volte, ma la precisione in lunetta dei teatini permetterà a Chieti di tenera a distanza i padroni di casa distanza le squadre. Si chiude sul 65-72 e adesso il pronostico della serie si rovescia.  Niente di decisivo ma è certo un bel partire  che esalta il morale delle Furie. La pressione è oggi tutta sulla compagine giuliana. Appuntamento a martedì sempre a Trieste per gara 2 (diretta televisi su Sportitalia a partire dalle 20.30).

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *