Omofobia: a Chieti Scalo aggrediti giovani che partecipavano a un ‘gay friendly’

“L’aggressione avvenuta ai danni di ragazzi omosessuali i giorni scorsi a Chieti ci lascia indignati, questi sono gesti vergognosi e non possiamo non esprimere la massima solidarietà ai giovani colpiti da questa violenza inaudita ed esecrabile”. A dichiararlo è Roberto Ettorre, membro della segreteria regionale di Sinistra Ecologia Libertà Abruzzo. I fatti sono stati confermati oggi dalla polizia di Chieti, dopo che un’associazione per la tutela dei diritti degli omossesuali aveva diffuso la notizia. Le aggressioni sono avvenute nella notte tra sabato e domenica a Chieti Scalo. Lì si è svolta una serata ‘gay friendly’ e un gruppo di una decina i persone, secondo alcuni testimoni, avrebbero dapprima insultato i giovani che hanno preso parte alla festa e poi li avrebbero colpiti con bottiglie e sassi: 5 i feriti. L’aggressione è stata condannata dall’Arcigay Chieti, Jonathan – Diritti in movimento, Arcigay, Arcilesbica Pescara e appunto Sel. “La nostra società” – prosegue Ettore – è libera ed ognuno deve essere messo nelle condizioni di compiere le proprie scelte di vista nella massima libertà possibile. Questi raid omofobi dimostrano che esistono ancora sacche di intolleranza e violenza che vanno combattute su tutti i fronti e con la massima fermezza. E’ inaccettabile che una tranquilla serata di giovani, si trasformi in un incubo, ognuno è libero di avere l’orientamento sessuale che preferisce senza essere attaccato, deriso o peggio picchiato”. “Sinistra Ecologia e Libertà – conclude Ettorre – si batterà sempre perchè questo principio diventi patrimonio di tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *