Dal salotto di Trieste alla bolgia del Pala Santa Filomena, in viaggio con la BLS Chieti verso la Lega2

Dal salotto di Trieste alla bolgia del Pala Santa Filomena, in viaggio con la BLS Chieti verso la Lega2

Ore 21.00 di venerdì 8 giugno 2011, inizia il primo tempo della partita più lunga mai giocata dalla BLS Chieti. Un passaggio obbligato da vincere ad ogni costo per poter poi sperare di concludere trionfalmente domenica prossima, quando si giocherà il secondo tempo di questa interminabile contesa tra Bls Chieti e AcegasAps Trieste. La piazza teatina freme da giorni e la prevendita dei biglietti fa ragionevolmente prevedere il sold-out. Il coach triestino Dalmasson, nelle dichiarazioni rilasciate nel dopo gara, ha imprudentemente affermato che in questa serie poco o nulla varrà il fattore campo. Ingenuo o malaccorto? Gli sportivi teatini hanno accolto queste affermazioni come un po’ provocatorie e questa sera faranno di tutto, nei limiti del lecito, per far ricredere il tecnico triestino e dimostrare quanto possa incidere nel rendimento casalingo delle Furie la simbiosi esistente tra pubblico e squadra, forse una delle più importanti armi a disposizione della BLS. Oltre 1000 i biglietti sinora venduti ed è quasi sicuro che, almeno 30′ prima dall’inizio del match, i cancelli d’ingresso verranno chiusi anticipatamente a causa del tutto esaurito. La squadra, nell’ultimo allenamento di ieri, ha lavorato bene ed è fortemente fiduciosa Rossi è tornato ad allenarsi a pieno regime e ad eccezione di Feliciangeli sono tutti abili ed arruolati. Dopo gara 2, connotato da un arbitraggio a dir poco casalingo, il pensiero va agli arbitri di questa sera, i signori Boninsegna di Paderno Dugnano e Boscolo di Chioggia, sperando che la conduzione di questa sera sia più oculate meno sbilanciata.

BLS CHIETI: De Gregorio, Rajola, Gialloreto, Iannone, Martelli, Raschi, Di Emidio, Porfido, Rossi, Diomede. Coach: Domenico Sorgentone.
ACEGASAPS TRIESTE: Zaccariello, Bonetta, Mastrangelo, Ruzzier, Maganza, Moruzzi, Ferraro, Carra, Gandin.
Coach: Eugenio Dalmasson.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *