La BLS Chieti si gioca tutto in 40′, a Trieste per vincere e spiccare il volo in Lega2

Un campionato intero si deciderà in soli 40’, sarà come giocare una finalissima in una partita secca, prendere o lasciare, vincere o morire. Sarà la quarantaseiesima gara di questa lunghissima, faticosissima e bellissima stagione, l’ultima. A questo punto giocarla a Trieste, piuttosto che in campo neutro, è solo un dettaglio. Le due squadre arrivano stremate, ormai logore e con la spia della riserva lampeggiante, si tratterà di raschiare il barile per trovare le ultime energie fisiche e mentale e conterà più d’ogni altro fattore la fiducia nei propri mezzi. La splendida gara 4 da questo punto di vista ha rianimato l’ambiente delle Furie: vincere sarà difficile ma non impossibile e l’astuto Soegentone, ne siamo sicuri, magari ci metterà del suo per studiare qualche alchimia tattica per mettere nel sacco il bravo Dalmasson. La società triestina per questa partita ha aperto l’impianto a tutti con un ingresso gratuito che nelle intenzioni vorrebbe preludere al tutto esaurito. I tifosi teatini saranno presenti al Pala Rubini con un drappello che non supererà le 70-80 presenze ma che di sicuro saprà tener testa ai tifosi triestini con l’entusiasmo e il clamore di sempre. Per tutti gli altri tifosi chietini si tratterà di snobbare per una volta la Nazionale italiana di calcio, che gioca in concomitanza con la Croazia, e collegarsi alle ore 21.00 sulle frequenze televisive di Sportitalia 2, che trametterà in diretta la partita. Ad arbitrare, speriamo correttamente, saranno i signori Sivieri di Vigarano Mainarda e Tirozzi di Bologna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *