Qualità delle acque del mare, quella d’Abruzzo è tra le peggiori

L’Abruzzo, insieme alla Campania e alla Liguria, indossa la maglia nera per la qualità della acque di balneazione. E’ questa la fotografia scattata dal rapporto 2012 sulle acque di balneazione presentato oggi al ministero della Salute e relativo ai dati della stagione balneare 2011.
Quelle più pulite si trovano in Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Basilicata Sicilia e Sardegna.
Nelle regioni con la migliore qualità delle acque balneabili si è infatti registrata una percentuale di non conformità ai valori obbligatori di salubrità delle acque pari allo 0%. Al contrario, nelle regioni che registrano la qualità peggiore delle acque balneabili, la percentuale di non conformità ai valori obbligatori raggiunge il 2% nel caso della Campania, l’1,70% in Abruzzo e l’1,20% in Liguria. La qualità delle acque balneabili è valutata sulla base di due indicatori microbiologici, ovvero la presenza o meno dei batteri Enterococchi ed Escherichia coli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *