Gassificatore a Piano di Sacco, il sindaco di Elice chiede chiarezza al primo cittadino di Città Sant’Angelo

“Ancora una volta il sindaco di Città Sant’Angelo ha assunto una posizione ambigua. E non è la prima volta. Era già accaduto in occasione del Piano Provinciale dei rifiuti, quando il primo cittadino angolano ha cambiato radicalmente idea con il passare dei mesi”.

Lo ha affermato il sindaco di Elice, Gianfranco De Massis a termine dei lavori del Consiglio comunale, allargato alla partecipazione dei primi cittadini del comprensorio convocati per discutere sulla richiesta della Terra Verde per la realizzazione di un gassificatore per materie plastiche in località Piano di Sacco. Una discussione che ha messo a nudo dei contrasti nelle scelte da operare in quella zona tra le amministrazioni comunali. Il fronte del no all’inceneritore è ampio perché, come spiega De Massis “questo territorio continua ad essere preso in considerazione nel settore rifiuti, nonostante si tratti di una vasta area che andrebbe tutelata al massimo e valorizzata dal punto di vista agricolo e delle coltivazioni di pregio”. E Città Sant’Angelo? Il primo cittadino di Elice, però, lamenta un certo tentennamento da parte del sindaco angolano Gabriele Florindi: “Non si è espresso esplicitamente contro questo progetto. Anzi, gli ho chiesto di pronunciarsi davanti a tutti e lui ha preferito non farlo. Credo che Florindi adesso debba chiedere al Consorzio Asi una variante urbanistica della zona industriale di Piano di Sacco al fine di escludere tale zona dagli interventi al recupero e smaltimento dei rifiuti in genere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *