Trasporti, a Lanciano convegno della Sangritana sul treno-tram

L’obiettivo principale del convegno nazionale nell’ambito dei festeggiamenti del centenario della Ferrovia Adriatico Sangritana è quello di creare quella cultura del trasporto locale sul quale la società di trasporto lancianese sta puntando molto. Nelle grandi città europee: Parigi, Londra, Berlino, il treno sta svolgendo un fondamentale ruolo nel trasporto, sfruttando tanto le moderne linee quanto tratte che fino a qualche tempo fa erano state abbandonate e finite in disuso. L’esempio del treno-tram, che ha ridotto notevolmente l’uso dell’auto, calza perfettamente con gli obiettivi della Sangritana, che ha intenzione di riattivare i collegamenti da Crocetta, stazione di Castel Frentano, fino a San Vito Marina. I lavori vanno avanti e dovrebbero completarsi 12-18 mesi, e prevedono anche la riqualificazione urbana del Parco del Mancino di Lanciano, con la realizzazione di un parcheggio interrato dalla capienza di 150 posti auto, una galleria commerciale, ampie aree verdi, spazi attrezzati ed il museo ferroviario con annesso l’archivio storico della Ferrovia Sangritana, che saranno ospitati nei locali dell’attuale deposito-officina a completamento del polo culturale già presente con la biblioteca comunale ed il polo museale di Santo Spirito.

Per tornare al convegno, “Prossima Fermata: come cambia il trasporto pubblico dalle liberalizzazioni al Tram Treno” i lavori prenderanno il via nell’Auditorium Diocleziano, venerdi’ prossimo 6 luglio a partire dalle 10. Poco prima, nel nuova stazione di via Bergamo della Sangritana, verranno consegnati i due nuovi locomotori E483 che la Fas ha acquistato dalla Bombardier in una cerimonia cui prenderanno parte l’ad di Bombardier Italy, Roberto Tazzioli e il presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi. Due locomotori che consentiranno alla Sangritana di portare avanti il trasporto merci e quello passeggeri. Per quest’ultimo si continua a lavorare per i collegamenti con Bologna.

“Il tema oggetto del convegno è di estrema attualità – si legge in una nota del presidente del cda della Sangritana, Pasquale Di Nardo – la riforma dei trasporti è ormai in atto. L’occasione offerta dalla FAS consente di porre l’accento soprattutto sul ramo ferro ed in particolare sulle luci e le ombre della liberalizzazione del trasporto ferroviario. Ricordiamo che la Ferrovia Adriatico Sangritana è l’unica azienda di trasporto della Regione Abruzzo a garantire il trasporto su ferro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *