Il punto sul mercato Virtus, tante trattative ma gli affari arriveranno la prossima settimana

Virtus Lanciano in fieri a Milano, dove il ds Luca Leone e l’ad Guglielmo Maio stanno incontrando una selva di procuratori per costruire la squadra da consegnare a mister Gautieri, possibilmente entro la data della partenza per il ritiro di Roccaraso (21 luglio).

Non hanno fretta i due emissari frentani, forti dell’esperienza dello scorso anno, quando nelle ultime ore del mercato piazzarono i tre colpi decisivi del mercato con i prestiti di Pavoletti, Chiricò e Massoni. Quella, però, era l’alba di una stagione di Prima Divisione, dove l’obiettivo era la salvezza e non certo la promozione in serie B.

La cadetteria, dicono i ben informati, è lunga e sfiancante: fondamentale avere una rosa di giocatori all’altezza, di categoria come si dice, tenendo più di un occhio sul bilancio per centrare l’obiettivo salvezza. Ma il 31 agosto è lontano e si respira grande fiducia nell’entourage rossonero, che punta deciso ai primi acquisti della prima serie B della storia della Virtus Lanciano. Hottor (19), centrocampista 1993 della Primavera del Milan, è tutt’altro che un affare concluso come invece riportato dai quotidiani online e cartacei. Le due società non confermano l’accordo, ma la trattativa, che è cosa ben diversa. Se n’è parlato ieri con Braida, amico dei Maio, a pranzo ma l’accordo è di là da venire, visto anche l’interesse sul giocatore di altre società di serie B.

Il nome nuovo è Massimo Coda, attaccante di proprietà del Bologna in procinto di accasarsi al Cska Sofia in Bulgaria: Leone ha avuto un incontro preliminare con il procuratore della punta in forza al Siracusa negli ultimi 6 mesi (gol per lui contro la Virtus Lanciano nel ritorno di campionato, ndc) per capire i margini di un inserimento last minute sul giocatore. Difficile, visto l’ingaggio che chiede il ragazzo.

Verdi (20) e Oduamadi (21), per il momento, rimangono a Torino in prestito: i due giovani giocatori del Milan hanno molte richieste in serie B e, a quanto pare, non sarebbero mai stati trattati dalla Virtus Lanciano.

In dirittura d’arrivo dovrebbe essere un’altra trattativa per un baby molto interessante del Palermo: Mauro Bollino, 17 anni, seconda punta della Primavera palermitana, 18 gol quest’anno nel campionato. Ottime referenze dagli osservatori della Virtus Lanciano per il mancino che può giocare anche da esterno destro nel 4-3-3 di Gautieri. Su di lui anche il Foligno, ma la presenza ieri a Lanciano del fratello del giocatore fa ben sperare in un esito positivo della trattativa. Si parla anche di Zampa, primavera Lazio, e Montini, attaccante del Benevento ex primavera Roma di cui si dice un gran bene nonostante l’annata poco fortunata.

Si allontana intanto Mohamed Fofana, l’attaccante del Siracusa che era stato ad un passo dalla Virtus: non è tanto la minima differenza tra domanda e offerta economica a impedire la conclusione della trattativa, quanto dei problemi sorti al momento di passare alle firme. Gioco al rialzo secondo la Virtus, equivoco secondo il procuratore del giocatore. Staremo a vedere se nei corridoi di Milano Leone e Giuffredi si incontreranno per cercare una soluzione.

Di mercato se ne riparlerà lunedì, anche se qualcosa potrebbe succedere al banchetto di nozze del procuratore di Verratti, Donato Di Campli, che domani sposerà Simona a Lanciano. Tra gli invitati ci sono infatti Guglielmo Maio e Luca Leone, che anticiperanno il rientro da Milano per l’occasione.

I primi colpi, comunque, sono attesi la prossima settimana, quando salirà a Milano anche lo staff amministrativo rossonero per la firma dei primi contratti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *