Mercato Virtus, la settimana delle firme: vicino l’austriaco Spendlhofer (Inter). Pronti a firmare per il prestito Hottor (Milan) e Bollino (Palermo)

Edmund Hottor e Mauro Bollino. Dovrebbero essere le loro firme ad aprire la settimana degli acquisti della Virtus Lanciano. Dopo le febbrili trattative degli scorsi giorni condotte dal ds Leone e dall’ad Guglielmo Maio, a Milano è ora di mettere nero su bianco. Ecco perché lo staff amministrativo rossonero è stato allertato e sarà da domani all’Ata Executive di Milano con il ds Leone. Che continua, come da direttive della famiglia Maio, a cercare i migliori giovani talenti sbocciati in Primavera: non la stagione, o anche, ma quel campionato che la Virtus Lanciano si appresta a giocare per la prima volta nella sua storia e che nella passata stagione è stato setacciato da cima a fondo dal principe degli osservatori rossoneri, Franco Di Battista. Dando per chiuse le trattative Hottor, mezzala ghanese del Milan, classe 1993, e Bollino, attaccante appena 17enne del Palermo e autore di 18 gol (unico 1994 a segnarne tanti in Primavera), quali sono gli altri giovani su cui si sta lavorando? Un nome nuovo su tutti: Lukas Spendlhofer, centrocampista austriaco campione d’Italia con la Primavera dell’Inter di Stramaccioni, definito dagli addetti ai lavori il nuovo Lothar Matthaus. Spendlhofer, 1993, ha disputato un gran campionato andando a vincere, tra l’altro, anche la Next Generation League, la Champions League dei ragazzi, giocando da difensore centrale nell’undici dell’allora allenatore Stramaccioni. Questa del centrocampista spostato in difesa a dare il via al gioco con i piedi buoni ormai non è più una novità, e a Lanciano lo sanno bene quanti hanno visto sbocciare il difensore ex centrocampista Federico Amenta. Spendlhofer, colosso di 187 centimetri pura forza e resistenza, con Stramaccioni sulla panchina dell’Inter potrebbe ‘rischiare’ di entrare nel giro della prima squadra, ma sarà molto difficile, se non impossibile, trovare spazio per lui. Meglio un anno a farsi le ossa, magari in un campionato lungo e probante come la serie B. La Virtus ne ha parlato con l’Inter e una possibilità di vedere il baby austriaco vestire il rossonero, in un derby solo cromatico, c’è.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *