Lega Pro: dopo i controlli Covisoc sarebbero 16 le squadre messe al bando

In via ufficiosa inizia a delinearsi il quadro finale delle squadre escluse dal prossimo campionato di Lega Pro. Dall’esme della Covisoc sarebbero in totale 16 i club per ora messi al bando e pertanto l’ipotesi di una Lega Pro a campionato unico starebbe prendendo sempre più corpo. Chieti e Latina hanno sistemato le cose e dovrrebbero incorrere in una penalizzazione di 1 punto ma la situazione è molto difficile per il Casale, ieri deferito, per Foggia e Spal sull’orlo del fallimento. L’Andria non ha ancora offerto sufficienti garanzie fideiussorie così come Treviso e Campobasso, che ha omesso di presentare la documentazione richiesta per la messa in sicurezza dello stadio di Selva Piana.Sulla lista delle escluse, oltre questi club, secondo le voci raccolte, ci sarebbero altri cinque squadre al momento bocciate di cui tre, Sorrento, Alto Adige e Interreggio, per problemi di impianto. Le società che saranno escluse e che non inoltreranno il ricorso, si aggiungeranno a Taranto, Triestina, Piacenza, Pergocrema e Giulianova che non hanno presentato regolare domanda d’iscrizione. Entro la giornata di lunedì 16 luglio le società emendate potranno presentare ricorso. Il Consiglio Federale del 19 luglio deciderà il format del campionato, ufficializzando il numero e le squadre che parteciperanno alla stagione 2012/13 della Lega Pro. Allo stato attuale qualora venissero confermate le esclusioni trapelate oggi ancora ufficiosamente, la riforma dei campionati  sarebbe una necessità e non un opzione, essendosi superati ampiamente  i numeri indicati da Macalli per anticipare i tempi del cambiamento. Si attendono ora gli eventuali ricorsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *