Quarant’anni e non sentirli, Rajola resta in biancorosso per un altro anno

Dopo Feliciangeli e Rossi, anche Stefano Rajola altro grande ha trovato l’accordo per  giocare una nuova stagione con la BLS. Rajola rimarrà quindi il capitano coraggioso della    franchigia teatina anche nella stagione 2012/13. 40 anni appena compiuti, ma ancora    tante motivazioni ed energie, per quello che da tutti è riconosciuto come il leader emozionale e tecnico della squadra. Rajola, nonostante qualche acciacco, ha disputato un ottimo campionato, con 8 punti di media all’attivo, 3.4 rimbalzi, 2.2 assist e una serie incredibile di prestazioni di grande livello. Per questa ragione, non si è fatto pregare più di tanto per continuare, dopo tre anni bellissimi, l’esperienza del rilancio di Chieti nel grande basket e si è detto “orgoglioso di restare il capitano” e “contentissimo di poter proseguire nel lavoro” che ha permesso di ottenere grandi risultati negli ultimi due anni.  Rajola è un ragazzo di poche parole ma ha simpaticamente sottolineato come un po’ sia stato spinto a continuare dalle dichiarazioni di Basile, “che ha definito ‘falsi vecchi’ Nash ed altri campioni che hanno concluso accordi importanti nonostante la carta d’identità. Mantenendo le giuste proporzioni, anche a me, nel mio piccolo, piace definirmi così, perché a dispetto dell’età sento di poter dare ancora tantissimo, e non vedo l’ora di poterlo dimostrare sul campo”. Insomma, per Stefano va a pennello quel vecchio adagio che recita come “la vita cominci a quarant’anni”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *