Presentato Tiziano De Patre “Chieti era la squadra che volevo, ci sono tutti i presupposti per fare un gran campionato”

Si respira un clima di grande fiducia nella sala conferenze dell’Hotel Parco Paglia, sede della presentazione di Tiziano De Patre, nuovo allenatore del Chieti. Ad aprire è il Presidente Bellia, che dopo aver messo rimedio alla sfortunata vicenda della momentanea non ammissione al campionato, sintetizza così quanto accaduto: “Ci siamo fidati di gente che ci ha truffato, questo posso confermarvelo con franchezza e purtroppo ci siamo ritrovati ad essere sanzionati senza un motivo reale. Fortunatamente ne siamo usciti alla grande e sin da giovedì la Lega Pro ci ha riconosciuto ampiamente dentro tutti i parametri economici e strutturali necessari per l’iscrizione. Resta un po’ di amarezza, perché forse saremo penalizzati, immeritatamente, di 1 punto, che mister De Patre però non farà fatica a recuperare. Sarà un anno duro, le squadre saranno tutte agguerrite e attrezzate ma noi abbiamo fiducia e pensiamo di aver operato al meglio, operando la scelta del miglior tecnico in circolazione. Siamo stati già molto vicini a concludere questo matrimonio lo scorso anno e dopo la partenza di Paolucci, in società, non abbiamo avuto dubbi, l’uomo giusto da prendere era De Patre, perché è uno che vale come tecnico e come uomo. Proveremo a ripeterci, non sarà facile ma sono convinto che faremo bene”.  Il tecnico di Notaresco appare emozionato ma le sue parole sono scelte con la cura di chi vuole farsi conoscere con tutta la sincerità dovuta “Debbo riconoscere che nonostante la mia esperienza di giocatore e di allenatore oggi soffro un po’ l’emozione e l’eccitazione di chi ha aspettato tanto questo momento. Una cosa è certa però … sono felice di essere qui e di ripartire da una piazza blasonata come quella di Chieti. Vengo dalla gavetta e la mia trafila è stata lunga. Sono partito dalle giovanili, avendo però la fortuna di lavorare per tanti anni in una società importante come il Parma. A Giulianova, nello scorso campionato, ho affrontato un’esperienza dura ma che non rinnego e che per me è stata profondamente formativa. Tutti conoscono i motivi del mio esonero, eravamo a metà classifica e certo non credo di aver demeritato, anzi … nonostante fossi solo e senza alcun apporto societario, credo di essermela cavata egregiamente. Quando il Chieti mi ha chiamato, ho risposto subito con entusiasmo e non ho esitato un attimo. Chieti era la squadra che volevo, una società seria, affidabile, con un pubblico generoso e con tanta storia. Il compito da affrontare è difficilissimo ma ci sono tutti i presupposti per far bene. Cercheremo di riconfermare tutti i ragazzi che così bene hanno fatto lo scorso anno e di integrarli con altri ugualmente motivati, vogliosi di far bene e orgogliosi di indossare la casacca neroverde. Ai tifosi chiedo di continuare a sostenerci, come sempre hanno fatto. Noi ce la metteremo tutta”. Gabriele Matricciani da Roseto, vice allenatore per una vita di mister Colantuono, con il quale ha composto un binomio inscindibile per 10 anni in squadre di alto rango come Palermo e Atalanta, oggi è anche lui un neofita e con candore anche lui mostra un po’ di emozione nel presentarsi ad un ambiente vissuto sempre dall’esterno: “Essendo abruzzese conosco l’importanza della piazza di Chieti e al tempo di Barbieri sono stato molto vicino ad assumere l’incarico di tecnico. Dopo un anno di riposo ho voluto ripropormi, per dare una mano a Tiziano e, non lo nascondo, perché incominciavo a sentire la necessità, psicologica, di ritornare a lavorare sul campo. Ho qualche capello bianco ma anch’io sono emozionato. Sento molto la responsabilità di lavorare al meglio delle mie possibilità. Io a De Patre cercheremo di fare bene e di dare le soddisfazioni che meritano questa società e questo pubblico”. La squadra partirà alla volta del ritiro di Colledimezzo sabato 21 o domenica 22. La campagna abbonamenti sarà invece presentata, in una serata speciale che avrà come scenario il Corso Marrucino, il giorno 24 luglio, cioè dopo che la lega, in data 19, luglio avrà finalmente ufficializzato il format dei campionati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *