Mons. Giulio Mencuccini in moto per raccogliere fondi per i bambini del Borneo

Anche quest’anno, con grande successo di partecipanti, si è svolto il Motopercorso Nazionale di solidarietà in favore dei bambini del Borneo (Indonesia). La manifestazione, giunta alla sua quinta edizione, è stata promossa come sempre dalla Comunità dei Padri Passionisti di San Giovanni in Venere e dall’associazione “Amici del Borneo Onlus”.

Ovviamente non è mancata la partecipazione straordinaria del vescovo di Sanggau, Kal-Bar, Indonesia, mons. Giulio Mencuccini, ideatore della lodevole iniziativa. Questa volta l’organizzazione ha scelto come tappa di arrivo il suggestivo Santuario del Volto Santo di Manoppello, dove i numerosi motociclisti si sono radunati per partecipare alla Santa Messa presieduta dall’ormai noto vescovo centauro.

«Molti anni fa – ha spiegato Mencuccini – Papa Giovanni Paolo II ad un gruppo di motociclisti presenti in piazza San Pietro rivolse  brevi parole che sono ancora oggi quanto mai attuali. Diceva il Pontefice: “Carissimi, il vostro correre sulle strade del mondo vi ricordi sempre che il cristiano è chiamato a perseguire, con tenacia e fiducia e nelle vie per le quali la vita conduce, quel traguardo che è l’incontro con Cristo Signore: il solo capace di dare, in premio, la gioia che il cuore dell’uomo tanto desidera”. E in un’altra occasione, sempre Papa Giovanni Paolo II ai partecipanti al raduno motociclistico “Insieme in Vaticano”, disse:  “Carissimi, mi compiaccio per questa manifestazione, che vuole sottolineare il vostro desiderio di essere insieme tra la gente per la gente, e mira a realizzare concrete iniziative a favore di persone bisognose e in difficoltà. Auspico di cuore che questo vostro incontro contribuisca a diffondere, specialmente tra i giovani, la prudenza sulle strade e la solidarietà verso il prossimo”. In questi cinque anni – ha concluso Mencuccini – i partecipanti a questi motopercorsi di solidarietà hanno testimoniato il loro amore e la loro attenzione verso i bambini della diocesi di Sanggau, nell’isola del Borneo in Indonesia, contribuendo alla realizzazione di quattro asili dove vengono accolti 260 bambini e quattro convitti per ospitare 160 adolescenti. Una bella e concreta testimonianza. I motopercorsi di solidarietà sono anche un’occasione per raggiungere quel traguardo, tanto auspicato da Papa Benedetto XVI, che è l’incontro con Cristo Signore, il quale dà senso a tutta la nostra vita ed è alla base della nostra attenzione verso i fratelli più bisognosi nei quali Gesù si è identificato». 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *