Spaccio e detenzione di droga: arresti a Lanciano, Vasto, Roseto e Alba Adriatica

Su ordine della Procura di Lanciano, i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia frentana hanno eseguito una perquisizione finalizzata al rinvenimento di sostanze stupefacenti presso l’abitazione di una donna, Angela Di Mauro, 32enne di origini napoletane ma residente a Mozzagrogna, già nota alle forze dell’ordine per precedenti specifici. Durante il controllo è stata rinvenuta mezza panetta di hashish, dal peso complessivo di 55 grammi, per la quale si è proceduto al sequestro, oltre a pezzi di stagnola su cui erano evidenti tracce di eroina che la stessa aveva fumato. Dopo le formalità di rito e su disposizione del pm Rosaria Vecchi, la Di Mauro è stata ristretta presso la sezione femminile della casa circondariale di Chieti.   

I carabinieri di Vasto hanno arrestato una pregiudicata del luogo, Francesca Greco, 54 anni, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Corte d’Appello dell’Aquila. La donna, di origine rom, dovrà scontare una pena definitiva di un anno e 6 mesi di reclusione per reati connessi alla detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti commessi a Vasto nel 2008. Dopo la notifica del provvedimento la donna e’ stata accompagnata dai militari nella sezione femminile del carcere di Chieti.

I carabinieri di Notaresco e del Nucleo operativo e radiomobile di Giulianova, hanno arrestato in flagranza di reato con l’accusa di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti Alessio Andreoli, 28 anni, di Roseto degli Abruzzi. Il giovane è stato fermato a bordo di un autovettura. Con sé aveva 16 grammi di eroina già suddivisa in dosi. Andreoli si trova ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Gli agenti della questura di Teramo, appartenenti al distaccamento estivo di polizia di Tortoreto, in collaborazione con l’unità del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, hanno arrestato Antonio Izzo, ventisettenne napoletano, domiciliato ad Alba Adriatica. Ieri pomeriggio, l’uomo si era appartato con una ragazza nei pressi del ponte di legno della pista ciclabile, dietro alcuni cespugli. I poliziotti hanno notato la consegna di un involucro alla giovane per 50 euro, denaro che l’uomo ha nascosto negli slip. Immediato l’intervento degli agenti che hanno bloccato i due: lei, appena sedicenne, ha ammesso di aver già in passato avuto contatti con lo spacciatore per acquistare hashish e nell’occasione ne aveva presi 5 grammi. Nel marsupio, Izzo aveva un altro grammo di marijuana. Dal racconto della ragazza è risultato che i due si erano incontrati prima per accordarsi sulla consegna della droga. Ai poliziotti, lo spacciatore ha fornito l’indirizzo di un’abitazione che non occupava più ma, nel marsupio, è stata trovata una chiave con un indirizzo diverso. Era quello dell’alloggio effettivo dentro cui sono stati trovati 439 grammi di marijuana e 70 grammi di hashish nascosti in alcune tasche interne di uno zainetto, custodito in un armadio. Trovati anche coltelli di uso proibito. Izzo, secondo gli investigatori, era diventato punto di riferimento per molti giovani di Alba Adriatica e Martinsicuro dediti al consumo di hashish nel periodo estivo. La minorenne è stata affidata ai genitori, ignari dei traffici illeciti, e segnalata al prefetto per uso personale di stupefacenti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *