Casalbordino: uomo ucciso con un colpo di fucile

Il corpo senza vita di Gabriele Di Tullio, ex operaio di 54 anni,  è stato rinvenuto questa mattina a Casalbordino. Di Tullio è morto a causa della ferita riportata ad una gamba, raggiunta da un colpo di fucile. L’uomo è rimasto a terra in un terreno di proprietà del fratello, ferito e sanguinante per tutta la notte, fino a quando questa mattina, poco dopo le 5, un nipote, recatosi al lavoro nei campi, non lo ha trovato. Secondo una prima ricostruzione, Di Tullio, ieri sera, dopo aver cenato a casa, ha raggiunto con la sua auto, una Opel Corsa Bianca,  le campagne in località San Pietro Sud. Forse lì è stato raggiunto da qualcuno che gli ha sparato. L’auto è stata ritrovata nel punto in cui l’uomo l’aveva parcheggiata. Sul posto il comandante provinciale dei carabinieri di Chieti, Giuseppe Cavallari e il comandante della Compagnia di Ortona, il capitano Gianfilippo Manconi. Coordina le indagini il sostituto procuratore della Repubblica di Vasto, Giancarlo Ciani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *