Roio in fiamme: abitazione evacuate. All’opera Vigili del Fuoco, Forestale e Protezione Civile

Il Comune de L’Aquila si costituirà parte civile qualora la natura dell’incendio che sta interessando la pineta di Roio dovesse rivelarsi di origine dolosa”. 

Lo ha dichiarato il sindaco de L’Aquila, a Massimo Cialente subito dopo l’incendio che si è sviluppato alla pineta di Roio che ha impegnato Vigili del Fuoco, uomini del Corpo Forestale, volontari della Protezione Civile. Da ore si sta cercando di domare il rogo che è particolarmente esteso e ha minacciato alcune abitazioni, evacuate temporaneamente. E’ stata chiusa la strada statale 584 per la frazione, dal bivio di Santa Rufina (dove si trova l’innesto con la strada statale 615) fino a Monteluco. La chiusura, resasi necessaria per questioni di sicurezza, perdurerà fino al termine dell’emergenza. Sul posto operano anche due Canadair e un elicottero.  

“Al momento – ha proseguito Cialente – non è ancora del tutto chiara l’origine del rogo. Tuttavia, se dovessero emergere responsabilità da parte di qualcuno il Comune sceglierà la linea dura contro chi si è reso responsabile di questo enorme danno nei confronti di uno dei polmoni verdi della città, patrimonio della sua storia e della nostra natura”.

Nonostante l’impegno di mezzi e uomini, le fiamme, alimentate dal vento, hanno ripreso vigore e 

Il sindaco Massimo Cialente, di concerto con la Prefettura, ha chiesto di inviare nuovi mezzi. Si attendono a breve altri due Canadair, al momento impegnati in altre operazioni sul territorio della Penisola. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *