A Lanciano conferiti oggi i titoli di “Ambasciatore d’Abruzzo nel Mondo”

Il Presidente del Consiglio regionale Nazario Pagano, ha conferito oggi a Lanciano il titolo di “Ambasciatore d’Abruzzo nel Mondo”, manifestazione che rientra nel più ampio programma della “Giornata degli Abruzzesi nel Mondo”, istituita con la legge regionale n.4 del 21 febbraio 2011. Una norma fortemente sostenuta da Pagano, il cui primo firmatario è il Consigliere regionale Riccardo Chiavaroli, componente del Cram (il Consiglio degli Abruzzesi nel Mondo) e da sempre impegnato nello sviluppo dei rapporti con le comunità di corregionali che vivono al di fuori dei nostri confini.

I riconoscimenti sono andati a Carmine D’Aloisio (originario di Santo Stefano di Sessanio), attualmente Ministro Consigliere per gli Affari Commerciali presso l’Ambasciata americana a Roma; a Gigliola Staffilani (da Martinsicuro), Full Professor presso il Department of Mathematics del Massachusetts Institute of Technology (MIT); a Bruno Palmegiani (da Popoli) designer degli occhiali Police, scelti da star di Hollywood come Bruce Willis, Antonio Banderas e George Clooney; a Nazzareno Calusi (da Celano), musicista di fama internazionale che si è esibito nei più prestigiosi teatri del mondo, dalla Scala di Milano alla Carnegie Hall di New York, dal Colón di Buenos Aires alla Brahms Gesellschaft Halle di Amburgo. La professoressa Staffilani, oggi non presente, ritirerà il premio nei prossimi giorni, quando arriverà in Italia. Altri riconoscimenti sono andati a Roberto Fatigati e Carlo Di Giambattista, rispettivamente presidente dell’Associazione Abruzzesi e Molisani di Gorizia e del Piemonte-Valle D’Aosta. 

In rappresentanza della Regione, oltre a Pagano e all’Assessore Mauro Febbo, erano presenti i Consiglieri regionali Emilio Nasuti, Riccardo Chiavaroli, Tonino Prospero, Giuseppe Tagliente e Franco Caramanico.  

Lo scorso anno erano stati premiati il soprano Carmela Remigio, il presidente del Sodalizio Abruzzese-Molisano di Padova Armando Traini, l’imprenditore italo-australiano Tony Fini e il professor Alberto Di Giovanni, direttore del Centro Scuola del Columbus Centre di Toronto. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *