L’Adriatico-Cornacchia si rifà il look per la A

“Ultimi interventi all’interno dello Stadio ‘Cornacchia-Adriatico’ per terminare in tempi record i lavori in vista del grande evento, della grande festa per la città di domenica prossima, 26 agosto, nella prima partita di campionato del Pescara contro l’Inter. Quasi pronta la nuova pedana che ospiterà un numero maggiore di tifosi diversamente abili: ampliata la tribunetta, gli operai stanno completando la realizzazione dello scivolo d’ingresso e di uscita e domani avremo l’esatta cognizione di quanti utenti in carrozzina l’area potrà ospitare, per poi decidere ulteriori aggiustamenti. Quasi pronti i ‘salottini’, gli sky-box, ma soprattutto l’area di accoglienza al pianterreno, con gli spogliatoi completamente rinnovati, con i servizi annessi, a pronti ad accogliere gli atleti. Si stanno terminando anche gli interventi sul prato in erba che tra quarantotto ore vedrà scendere in pista i nostri campioni. Domattina torneremo di nuovo per un’ultima verifica, considerando che si continuerà a lavorare sino a sera affinchè sia tutto definito. Quella di domenica sarà un’occasione di assoluto rilievo, una vetrina eccezionale per l’intera città che dovrà presentarsi nella sua forma migliore”. 

Lo ha detto il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia che nella tarda mattinata odierna ha effettuato con l’assessore allo Sport Nicola Ricotta un sopralluogo all’interno dello Stadio per verificare lo stato dei lavori.

“Come ho avuto modo di dire ieri al Presidente del Pescara, Daniele Sebastiani, – ha ribadito il sindaco Albore Mascia – la serie A è un’opportunità irrinunciabile, che Pescara ha dopo vent’anni. La città ospiterà le squadre più blasonate e ogni partita creerà un indotto impensabile, anche in pieno inverno, in quella che solitamente viene considerata la ‘bassa stagione’, per la nostra economia e il nostro turismo. Ora spetterà alle Istituzioni saper sfruttare al meglio tale occasione, mostrando il volto più accattivante e bello di Pescara, dimostrando di essere all’altezza, di avere gli strumenti per l’accoglienza in termini di posti letto, di ricettività, di ospitalità nei nostri locali, nei ristoranti, coinvolgendo le attività commerciali affinchè partecipino, ogni domenica, ogni settimana, a quella che dev’essere una festa per la città. E ovviamente il nostro primo biglietto da visita sarà ovviamente lo Stadio dove abbiamo dovuto eseguire interventi di miglioria per rendere tutto perfetto: sistemate, già nei giorni scorsi, le torri faro e il sistema della videosorveglianza, oggi sono arrivati i gruppi elettrogeni che dovranno supportare l’impianto luce in caso di black out; si stanno completando i lavori per una delle aree più importanti all’interno dello Stadio, quella destinata a ospitare i tifosi diversamente abili. Per ora si tratta della soluzione temporanea e provvisoria, ossia l’ampliamento della prima Tribuna, situata all’ingresso Maratona, con una doppia pedana, in parte fissa, in parte mobile, costruita in legno, con uno scivolo anch’esso removibile. Sino allo scorso Campionato l’area poteva ospitare 25 diversamente abili in carrozzina con 25 accompagnatori; domenica verificheremo quanti sono ora i diversamente abili che possono trovare accoglienza nella nuova sistemazione, per poi decidere ulteriori interventi, in attesa di far partire il vero cantiere con un investimento di 100mila euro, che garantirà accoglienza a circa 50-60 diversamente abili con relativi accompagnatori. Ricordiamo peraltro che proprio ai diversamente abili è stato riservato il parcheggio di via Marconi, nel tratto compreso tra viale Pepe e via Elettra. E mentre si stanno definendo anche le opere per la realizzazione degli sky-box, abbiamo visitato anche gli spogliatoi completamente rinnovati al pianterreno, locali perfettamente arredati in ogni dettaglio, dagli armadietti ai lettini-infermeria, ciascuno dotato di un frigorifero chiuso a chiave e riservato alle squadre. Infine abbiamo effettuato una verifica anche sul prato in erba, dove, sul lato est, si erano formate chiazze dopo l’allestimento degli ultimi concerti d’estate. E’ già partito il trattamento di cura e pensiamo che per domenica non ci saranno problemi. L’obiettivo è presentarci nella forma migliore per rendere onore al Pescara che scenderà in campo per confermare la grandezza della nostra città”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *