A Preturo, Roberto Giacobbo e Roberto Milone per la rassegna Santi Libri

Ultimo incontro e molti ospiti per la rassegna Santi Libri lunedì 27 agosto  alle ore 20.30, sempre nella bellissima cornice del San Donato Golf di Santi di Preturo, per l’occasione gli organizzatori della rassegna, l’associazione  “Contenuti Culturali”, hanno voluto concludere l’evento con una serata dedicata a L’Aquila, alla città, alla sua storia, agli aquilani.

Un omaggio a L’Aquila con Roberto Giacobbo vice direttore di Rai 2 conduttore e autore , ed il suo libro –  Templari   Dov’è il tesoro”edito da Mondadori e Rai Eri. 

Gli organizzatori hanno voluto fortemente Giacobbo a chiusura della kermesse per l’amore e l’interesse che ha sempre dimostrato e nutrito verso il territorio abruzzese e particolarmente per quello aquilano, così come dichiarato dallo stesso autore “Sono innamorato di questa città,  pur non essendoci nato, e quando posso la visito. Ho anche una casa in affitto e nel mio piccolo con le mie trasmissioni ho narrato la bellezza di questi luoghi con lo slancio di chi ama questa terra”.

Il conduttore  ed autore di Voyager ha dedicato a L’Aquila ben due puntate nel 2003 e nel 2008 ed una speciale dopo il sisma di  circa 3 ore nel dicembre 2009 con una diretta da p.zza S. Giusta. Ma ancora prima, nella  trasmissione Stargate Linea di Confine su La7 ha realizzato una puntata nella città dove è stato incoronato  Papa  Celestino V.

Il Libro dedica  un capitolo alla città dell’Aquila “progetto Aquila” con passaggi sulla nascita della città, sulla figura di Celestino V, Federici II,  la Perdonanza e sulla chiesa di Santa Maria ad Criptas di Fossa. 

Roberto Giacobbo ci accompagna  lunedì in una caccia al tesoro, il leggendario tesoro dei Templari, e a ogni indizio lasciato dai Templari nel loro lungo viaggio si aprono scenari inauditi sul passato che abbiamo dato finora per scontato. Le crociate, l’elezione di papa Celestino V, la fondazione della città dell’Aquila, la nascita del santuario di Loreto, la scoperta dell’America, la rivoluzione francese, Mozart, Goethe, Dante Alighieri… Come se la vicenda dei Templari fosse il più grande giallo architettato dalla Storia, e la soluzione fosse proprio a un passo dall’essere scoperta.

 “La città dell’Aquila è molto più importante di quanto in realtà le sia stato riconosciuto fino ad oggi – dichiara Giacobbo – In giro per il mondo ci sono luoghi, come Stonehenge, che vivono di leggenda eppure richiamano un milione di visitatori l’anno. Nel capoluogo abruzzese c’è una situazione inversa: il 90 per cento è storia e il 10 per cento neanche di leggenda, ma di ipotesi. Io penso che raccontare al pubblico, non solo nazionale ma anche internazionale, la storia di una città che nell’età medievale era tra le più importanti d’Europa potrebbe rappresentare una risorsa e un’opportunità per il turismo. Del resto di fronte la Basilica di Collemaggio fu proclamato un Papa, Celestino V, l’unico fuori delle mura di San Pietro. Vorra dire qualcosa?”.

Il secondo ospite della serata è Roberto Milone vice direttore di Rai 2 con il libro “Per trenta denari” Chi e cosa c’è dietro i programmi televisivi che ogni giorno incessantemente entrano nelle nostre case? Chi decide di quali sensazioni, stati d’animo, argomenti si devono nutrire i telespettatori? È tutto frutto del caso o c’è qualcosa di più?

 Lo sfondo di questi interrogativi costituisce la trama del romanzo , che si popola di eroi inconsapevoli del nostro tempo: un direttore giornalistico, una ragazzina hacker di poco più di 18 anni, un cardinale presso la Santa Sede, una giovane cronista e una guida palestinese cristiana, tutti coinvolti all’interno di un grande mosaico mediatico e di una battaglia senza esclusioni di colpi. L’eterna lotta tra il bene e il male, silenziosa, invisibile eppure profondamente reale combattuta ai nostri giorni. “I trenta denari – dice l’autore – tornano a comprare
A fine serata sarà presentato il Premio Cascina 

La rassegna ha avuto il patrocinio del   Consiglio regionale d’Abruzzo, il Comune e la Provincia dell’Aquila, il Comune di Cagnano Amiterno e il Parco nazionale Gran Sasso Laga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *